Moggi: “Juve-Milan decisa dalla panchina bianconera e dall’arbitro Fabbri”

Le parole di Luciano Moggi.

di Redazione Il Milanista

Juve-Milan, parla Moggi

bakayoko-kean-juve

MILANO – Luciano Moggi, ex dirigente bianconero, si è così espresso a Libero su Juventus-Milan.

Ecco le sue dichiarazioni:  “Ancora Juve sul Milan all’Allianz. I rossoneri non riescono a fare punti in questo stadio, anche quando lo meriterebbero. Gattuso si è confrontato a viso aperto con Allegri: bravo il Milan per 60 minuti, meno alla fine. È un classico di questa squadra frenare quando è in vista del traguardo. Il contrario esatto degli avversari. È bastato l’ingresso di Pjanic a dettare i tempi di gioco alla squadra e Moise Kean, con le sue caratteristiche di puro goleador, ha fatto il resto. L’ impressione è che i rossoneri non abbiano nelle gambe i 90′. Da parte nostra pensiamo che la panchina bianconera abbia avuto un peso rilevante sull’esito dell’ incontro. Compreso l’ errore dell’ arbitro Fabbri, che non concede un rigore a favore del Milan per fallo di mano di Alex Sandro. Leonardo si è lamentato pesantemente del direttore di gara che ha mantenuto la decisione iniziale, nonostante la chiamata del Var, ingaggiando una prova di forza con Calvarese. Ma allora il Var a cosa serve? Le strade delle due contendenti adesso si dividono. La Juve verso Amsterdam, per la Champions contro l’ Ajax di Erik ten Hag che è andata a vincere in trasferta infliggendo un secco 4-1 al Willem II. Il Milan invece verso Milanello per cercare di capire il perché dei tanti cali finali: le ultime tre sconfitte e il pareggio interno con l’ Udinese danno la dimensione di un regresso di forma notevole se si considerano i sette successi nelle precedenti nove partite”. Intanto, arrivano i tagli: Elliott ne fa fuori tre! > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy