Mirabelli: “Gattuso resterà a lungo al Milan, Suso talento indiscutibile. Aubameyang? Lo trattammo, poi…”

Mirabelli a Gr Parlamento

di Redazione Il Milanista

MILANO – Massimiliano Mirabelli è il protagonista di “La politica nel pallone” sul canale Gr Parlamento. L’ex dirretore sportivo del Milan, si è espresso su molti argomenti passati e futuri. Prima di ogni cosa però, un pensiero sul suo vecchio collega – e amico – Gattuso:

Conoscendo Rino, ama questo lavoro, ama il Milan e credo che nella sua testa non ci sia che il lavoro quotidiano, che non riesca a pensare a un futuro più lontano di questo campionato. Ma io lo vedo ancora per tanti anni alla guida del Milan. E’ in zona Champions ma si fa a presto a finire pure fuori dall’Europa League, c’è grande bagarre. Bisogna gestire il momento al meglio e lasciare fuori le polemiche arbitrali: il Milan ha subito qualche torto con la Juve ma bisogna dimenticare queste cose e concentrarsi sulle ultime gare. Inizia un mini-campionato e chi gestirà al meglio le risorse, le forze mentali e fisiche, arriverà a conquistare un posto in Europa. I presupposti per fare bene ci sono tutti, mi auguro di vedere il Milan al quarto posto”.

Su Suso: “Non si discute, è un grande talento. Come tutti i giocatori, quando non sei al 100% rischi di non fare prestazioni ottimali tutte le domeniche. Ha avuto problemi di pubalgia“. Tornando alla sua esperienza rossonera, per l’ex dirigente il rimpianto più grande è “non aver potuto proseguire nel progetto, sono stati solo 15 mesi. Avrei voluto fare più sessioni di mercato e poi essere giudicato al meglio. E’ difficile fare miracoli in un solo mercato. Ma ho partecipato a qualcosa di importante e sono orgoglioso di aver messo qualche pietra su cui costruire un futuro importante. Il Milan ha una squadra di tanti talenti, tanti giovani, sono fiducioso per il futuro

Su Aubameyang: “lo abbiamo trattato sin dall’inizio e poi non siamo riusciti a prenderlo”.

Sul suo futuro: “Mi sto aggiornando girovagando per tutti i campi europei, mi piacerebbe stare in Italia ma non sono a caccia di un contratto bensì di un progetto.Speriamo bene”.

Ma intanto, Gazidis fa sul serio: ecco Pochettino e Chiesa! >>>CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy