IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan-Sassuolo: i probabili duelli del match

Rafael Leao del Milan al tiro contro il Sassuolo

Ecco i duelli che vedremo, con grande probabilità, in campo questo pomeriggio tra Milan e Sassuolo

Redazione Il Milanista

Il sito del Milan, acmilan.com, ha pubblicato i possibili duelli del match che la formazione di Stefano Pioli affronterà durante il match contro il Sassuolo.

MILAN-SASSUOLO: I DUELLI

Ravvicinati o a distanza: i principali incroci attesi in campo

Milan-Sassuolo non è mai banale: verdetti a sorpresa, gioie e dolori, sfide strane. In uno scenario difficile da decifrare alla vigilia, abbiamo individuato e sottolineato i principali duelli pronti alla prova del campo di San Siro in data domenica 28 novembre alle ore 15.00:

ZLATAN IBRAHIMOVIĆ VS GIANLUCA SCAMACCA

40 anni a 22, quasi il doppio. Una sfida dal sapore speciale, saggezza e spensieratezza. Entrambi hanno colpito nello scorso weekend: Ibrahimović due volte la Fiorentina, Scamacca una volta il Cagliari. Zlatan non fa "saltare" San Siro dalla Lazio a settembre, però ha comunque nel mirino qualche record: dopo la doppietta contro la Fiorentina è a sole due lunghezze dal diventare il terzo giocatore dagli anni 2000 a realizzare 300 reti nei maggiori cinque campionati europei; inoltre è a una sola marcatura dall'eguagliare Silvio Piola come miglior bomber nella storia della Serie A dopo aver compiuto i 38 anni; infine è a quota 72 reti in campionato con la maglia rossonera e con un gol raggiungerebbe Filippo Inzaghi al 10º posto tra i migliori marcatori del Milan nella competizione. Scamacca, punta di astuzia e colpi, ha definito Zlatan un modello di riferimento: ammirazione a parte, proverà con coraggio a guidare la macchina Sassuolo.

RAFAEL LEÃO VS DOMENICO BERARDI

Ecco le ali che possono far volare le rispettive squadre. Non troppo simili nelle caratteristiche, opposti nella posizione in campo e anche nel piede forte, ma partendo larghi in fascia amano correre in velocità, dribblare nello stretto e attaccare la porta. Leão dovrebbe tornare in campo dopo il riposo a Madrid in Champions League e proprio col Sassuolo quasi un anno fa ha realizzato il gol più veloce nella storia del massimo campionato italiano, arrivato dopo appena 6 secondi dal fischio d'inizio. Attenzione, però, a Berardi, che ha nel Milan la vittima preferita in Serie A: nove reti totali, compreso un poker nel gennaio 2014 e una tripletta nel maggio 2015 (unico giocatore capace di segnare almeno tre reti in due partite diverse contro i rossoneri in tutta la Serie A). Berardi è il capocannoniere dei neroverdi con sei sigilli, invece Leão è a secco da un mese (Bologna). Sono gli uomini che hanno più conclusioni nello specchio (13 e 16) e falli subiti (24 e 25), a testimonianza del loro peso specifico in fase offensiva. Liberi di inventare, liberi di colpire.

SIMON KJÆR VS GIAN MARCO FERRARI

Quella di domenica è una delle gare casalinghe dove tra i principali obiettivi ci deve essere il mantenere la porta inviolata come punto di partenza verso la vittoria. Un compito non facile, ma dopo i quattro gol subiti a Firenze bisogna comunque correggere il tiro per non ricommettere certi errori. Il clean sheet del Wanda Metropolitano è già stata una risposta eccellente, da provare a ripetere. Kjær viaggia verso la tredicesima presenza stagionale e guida i rossoneri nella classifica dei tiri respinti (12). Stesso reparto e praticamente stesso numero di match nelle gambe per Ferrari, finora uno degli emiliani più brillanti: primo per passaggi effettuati (943), passaggi effettuati nella propria metà campo (677), respinte difensive (46) e tiri respinti (14). Due centrali di garanzia, chiamati a un'altra prova solida.

FRANCK KESSIE VS FRANCESCO MAGNANELLI

Con l'Atlético Madrid è tornato a giganteggiare Kessie. L'assist per la vittoria firmata da Messias ma non solo, Franck ha dominato in mezzo al campo con sostanza e qualità. Finora nel 2021/22 non ha ancora segnato un gol in movimento, fermo ai rigori contro Hellas Verona e Roma, in ogni caso Pioli - ex di giornata - non ne fa quasi mai a meno soprattutto per il resto che mette a disposizione dei compagni. A proposito del tecnico milanista, Magnanelli ha giocato 40 partite di Serie B sotto la sua guida nel 2009/10 proprio ai tempi del Sassuolo. Esperienza, muscoli e personalità per due fari della mediana.