news milan

MOVIOLA Milan-Porto, il fallo su Bennacer come mai non è stato ravvisato?

Il Milan dopo il pareggio in casa contro il Porto.

Proviamo a capire come mai il fallo su Bennacer, da cui è scaturita poi l'azione che ha portato al gol del Porto, non è stato fischiato

Redazione Il Milanista

Nella serata di ieri il Porto ha fermato sull'uno a uno il Milan allo stadio San Siro di Milano. Nel pareggio che sancisce di fatto la quasi esclusione dei rossoneri dalla massima competizione continentale per club c'è però un episodio che non è passato inosservato. Quello che ha portato all'iniziale vantaggio degli uomini di Sergio Conceicao.

La certezza è che il gol doveva essere annullato

Il gol di Luis Diaz doveva infatti essere annullato. Ad inizio azione c'era un fallo di Grujic su Bennaccer. Poi il proseguimento del gioco e il vantaggio Porto. Ma come è possibile che in una competizione così importante come la Champions League non si possa riuscire a intervenire per rendere la partita il più corretta possibile? Proviamo a darvi delle spiegazioni noi.

Analizziamo il tutto

Cominciamo con il dire che il direttore di gara a velocità normale avrebbe potuto anche non accorgersi del fallo di Grujic su Bennacer dal momento che il centrocampista del Porto con un piede sradica la palla dai piedi del mediano rossonero. Dalla sala VAR, però, questo ragionamento non regge. Si dice sempre che sbagliare è umano. Sbagliare è certamente umano. L'errore dell'arbitro ci sta. E' l'errore di chi sta dietro ad un pc con tutti i mezzi a propria disposizione che non ci sta. Chi sta in sala VAR ha il compito di rimediare agli errori che, ripetiamo, ci possono stare di un arbitro.

La nostra conclusione

Partendo dal presupposto che il fallo su Bennacer era netto arriviamo ad una conclusione. La Champions League è la competizione calcistica in assoluto più seguita al Mondo alla pari di un Mondiale. Essendo la Champions League così importante è inaccettabile che in ogni partita si debba parlare di decisione arbitrali errate. Soprattutto dal momento che il VAR c'è e questo strumento, se usato correttamente, ridurrebbe della sua quasi totalità i possibili errori. Il problema è che questo strumento deve essere usato correttamente. Altrimenti poi è normale che a tifosi e addetti ai lavori sorga qualche dubbio. Anche e soprattutto dal momento che è proprio la Champions League la competizione dove ogni anno le partite vengono decise da episodi per così dire dubbi. Dubbi per usare un termine buonista. Ed è strano visto che numeri alla mano ci sono molti meno errori arbitrali nei vari campionati di stato dove il livello arbitrale dovrebbe essere inferiore alla tanto conosciuta Champions League. Competizione nella quale partecipano solo i migliori. Sia a livello di squadre che di arbitri. Intanto i tifosi sono avvelenati dopo Milan - Porto: "Mandate via quel pezzo di..."<<<

di Sergio Poli