IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, Maldini punta un centrocampista classe 2002: i dettagli

Paolo Maldini
Paolo Maldini continua alla ricerca di profili per rinforzare il centrocampo di Stefano Pioli. L'ultima idea è un giovane classe 2002

Redazione Il Milanista

Nel valzer dei centrocampisti rossoneri, tra chi esce e chi entra, il Milan punta a rafforzare il reparto. All'addio di Frank Kessié si sono registrati i rientri dai prestiti, dal Torino, di Pobega e dal Bordeaux di Adli. Tuttavia serve trovare un sostituto all'altezza dell'ivoriano e Maldini continua a sperare in un possibile approdo di Renato Sanches, sempre più verso Parigi.

Il direttore tecnico rossonero volge lo sguardo altrove, più precisamente in casa del Tottenham. Con gli Spurs è già in piedi l'affare circa Japhet Tanganga, individuato come uno dei candidati per un posto da quarto centrale nel reparto difensivo. Il nome del difensore centrale inglese però non è l'unico attenzionato dal Diavolo che milita nel club di Londra. Secondo quanto riporta il CorriereDellaSera  Maldini, per il centrocampo, avrebbe messo gli occhi anche su un talento classe 2002 che risponde al nome di Pape Matar SarrIl centrocampista senegalese è reduce da una stagione in prestito al Metz, in Ligue 1, chiusa con il 19esimo posto e la retrocessione in seconda divisione. Il calciatore ha già fatto ritorno alla corte di Antonio Conte e si prepara per la sua prima avventura in Premier League. Decisamente diverso invece il percorso con il Senegal, con cui si è laureato campione in Coppa d'Africa a soli 19 anni da protagonista.

Il Milan vorrebbe provare un colpo in prestito, anche oneroso, con diritto di riscatto. Il Tottenham, d'altro canto, non sono dello stesso avviso e considerano solo offerte pari a 30 milioni di euro per una cessione definitiva. Il prezzo è alto, difficile immaginare che Maldini si spingerà ad offrire una cifra così alta, ma il prodotto del vivaio del Metz piace e non poco alla dirigenza rossonera. La trattativa potrà entrare nel vivo solo a fronte di un accordo a cifre più basse di quelle richieste dagli Spurs.