IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan – Inter, quante emozioni alla Scala del calcio!

Fikayo Tomori

Il commento al derby della Madonnina, già decisivo in ottica scudetto

Redazione Il Milanista

Milan e Inter si sono sfidati oggi nella 11esima giornata di Serie A. Un match sentitissimo da entrambe le parti, con colpi di scena frequenti fra primo e secondo tempo. Vediamo nel dettaglio come sono andate le cose nel nostro consueto commento dell’immediato post-partita.

Primo tempo

Partono forte entrambe le squadre con la ferma intenzione di dominare la partita. Dopo che il Milan stava provando a schiacciare l’Inter nei primissimi minuti però, arriva il vantaggio nerazzurro su calcio di rigore. Kessie si complica la vita e sulla pressione nerazzurra commette fallo secondo Doveri. Permangono forti dubbi sulla decisione. A realizzare è proprio l’ex Calhanoglu. Prova a reagire subito il Milan spinto dai propri tifosi. Leao impegna Handanovic con una conclusione dai 25 metri. Subito dopo il Milan conquista una interessante punizione, se ne incarica Tonali. Il cross del classe 2000 è perfetto per la testa di Tomori che inganna de Vrij che la mette dentro la propria porta.

Al 24esimo però, nuovo colpo di scena. Errore di posizionamento gravissimo di Ballo Toure che si lascia sfuggire l’uomo alle sue spalle. Il senegalese prova ad intervenire in extremis in scivolata, ma commette fallo. Per Doveri è ancora calcio di rigore. Questa volta però Tatarusanu interviene alla sua destra e para! Il risultato resta dunque sull’1-1. Squadre allungatissime con ribaltamenti di fronte da una parte e dall’altra. Il Milan in particolare appare pericoloso ogni volta che attacca, ma soffre moltissimo i contropiedi dell’Inter. Milan più pericoloso dell’Inter nella seconda parte del primo tempo. Tonali appare in grande giornata, come Brahim Diaz. Rossoneri vicini al vantaggio al 36esimo con una conclusione forte, ma centrale, di Leao.

Negli ultimi minuti è l’Inter a rendersi più pericolosa. Sugli sviluppi di un azione sulla fascia, i nerazzurri arrivano alla conclusione centrale, salvata solo sulla linea dalla difesa rossonera. Ancora Inter poco dopo. Stavolta è proprio la squadra di Inzaghi a divorarsi il vantaggio con Lautaro che, libero centralmente in area, conclude a lato.

Secondo tempo

Nel secondo tempo Milan e Inter ripartono subito forte. Entrambe vogliono vincere la partita. L’Inter prova ad intasare la metà campo rossonera con frequenti cambi di gioco alla ricerca degli esterni che poi origani a servire Dzeko o Lautaro. Il Milan risponde agli assalti nerazzurri con un cross di Tonali sul quale però Ibra, di poco, non riesce ad avventarsi. Poco dopo Inter pericolosa con una conclusione dai 20 metri di Lautaro, che degusta finisce alta alla sinistra di Tatarusanu. Continua a spingere l’Inter.

Pioli risponde con i cambi che riescono per qualche minuto a frenare lo sforzo proposto dagli uomini di Simone Inzaghi. Al 68esimo è Rebic a rendersi pericoloso con un dribbling in area e un destro potente deviato in corner. Sull’azione seguente ancora Milan. Saelemaekers serve Ibra al vertice sinistro dell’area di rigore. Lo svedese conclude di poco alto alla destra del portiere.

Nel quarto d’ora finale il Milan tenta lassalto alla porta dell’Inter. Lo fa prima con una punizione potente e precisa di Ibrahimovic, parata da Handanovic. Poi con una conclusione a botta sicura di Bennacer che da pochi passi spedisce alto. All’89esimo occasionissima Milan su ribaltamento di fronte. Servito Rebic che salta un uomo e conclude potente: la palla si stampa sul palo. Finisce così: pari e patta a San Siro in un match ricco di emozioni, ma che probabilmente non accontenta fino in fondo nessuno. Leggi le pagelle di Milan-Inter di Tiziano Crudeli<<<