IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, gioco, carattere e voglia: il futuro non è incognita

Tonali a contrasto con Calhanoglu

Le ultime sulla squadra rossonera che nonostante ill pareggio nel derby contro l'Inter, mantiene la vetta con il Napoli.

Redazione Il Milanista

Il Milan esce ancora a testa alta dopo i 90 minuti. Questa volta è stata l'Inter a doversi piegare, seppur in parte, alla forza rossonera. Vediamo dunque tre cruciali tematiche che ruotano attorno al mondo rossonero, raccontate dagli addetti ai lavori. Per vincere sono infatti necessari almeno treingredienti: gioco, carattere, volontà. Vediamo come è messa a tal proposito la squadra di Stefano Pioli.

BARESI, MILAN AL TOP DEL GIOCO - Intervistato dal "The Guardian" la leggenda rossonera FrancoBaresi ha parlato così delle chances scudetto del Milan per quest'anno: "La squadra sta giocando un bellissimo calcio. Devono essere ambiziosi. Perché no? Ad oggi il Milan è la squadra che gioca il miglior calcio in Italia, la squadra che crea più occasioni, quindi possiamo sicuramente pensare in grande. La stagione è ovviamente ancora lunga, ma per ora il Milan è la squadra che mi ha impressionato di più".

 Festa Milan dopo il gol

CAPUTI NON HA DUBBI: CARATTERE, MA NON SOLO - Il giornalista MassimoCaputi si è così espresso a SkySport sul Milan post derby: "Credo che quello che balza agli occhi è la personalità e la consapevolezza della squadra rossonera. È capace di soffrire, forte mentalmente e fisicamente; non si accontenta, vuole vincere alla fine, sa gestire le partite con le varie difficoltà. Credo che sia tra le squadra più determinate, cioè ha una fisionomia tale da riuscire a sopperire sia alle assenze che alle difficoltà del momento".

CREDERE NELLO SCUDETTO - DarioMassara, intervenuto a Sky Sport 24, ha parlato delle ambizioni scudetto del Milan. Queste le sue dichiarazioni: "Il Milan ci crede perché ha un anno in più di esperienza, un anno in più di abitudine a stare da quelle parti, perché crede, e secondo me non lo nasconde nemmeno più, di poter puntare allo scudetto e crede che questo sia l’anno in cui si può puntare al colpaccio. Ci sono tanti indizi e poi, purtroppo per il Milan se dovesse finire l’avventura europea visto che il cammino in Champions è molto difficile, ci saranno più energie da spendere in campionato. Alla fine diventa un indizio in più per puntare allo scudetto”.