Milan 4-0 Crotone, le dichiarazioni di Pioli nel post partita

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo la partita tra Milan e Crotone.

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, allenatore del Milan dal dicembre 2019

MILANO – Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo la partita tra Milan e Crotone, vinta per 4 a 0 dai rossoneri con le doppiette di Ibrahimovic e di Rebic.

SkySport

SU IBRAHIMOVIC: “Conoscendo Ibra e vedendo come si allena, è difficile stupirsi di ciò che fa. E’ un campione, è vero che è difficile avere un ritmo del genere, ma parliamo di un fuoriclasse. Sta aiutando tantissimo la squadra a crescere. Siamo soddisfatti, la partita non è stata per niente semplice ma l’abbiamo vinta meritatamente. Abbiamo l’obiettivo di pretendere il massimo, provando a vincere ogni singola partita. Siamo consapevoli delle nostre qualità. Cerchiamo di vincere sempre ma non credo sia il momento di guardare troppo la classifica. Pensiamo alla prossima gara e alle partite che ci aspettano. C’è ancora tanto da fare e dobbiamo continuare a spingere sull’acceleratore”.

SUL RINNOVO DI IBRA – “Non me ne occupo io. Zlatan sta bene, la cosa più bella è che stiamo tutti bene insieme e lavoriamo bene. Siamo in un grandissimo club. Ibra deciderà il suo futuro. Per ciò che sta dimostrando credo sia giusto che continui a giocare e spero che continuerà a farlo con noi”.

SU REBIC E RAFAEL LEAO – “Sono portati a giocare a sinistra o al centro, anche se Ante in Nazionale ha giocato anche sul lato destro. Se c’è la disponibilità dei giocatori, possiamo giocare con tanti attaccanti. L’importante è essere disponibili al sacrificio. Tutti devono continuare a dare il massimo, sia chi gioca dall’inizio sia chi entra a gara in corso. Il campionato è difficile e le partite sono tante, quindi c’è bisogno di tutti”.

SUL MERCATO – “Ho a disposizione una rosa completa. Il club ha fatto un ottimo mercato, andando a prendere giocatori forti”.

SULLO SCUDETTO – “E’ un campionato equilibrato, siamo tante squadre in pochi punti. Tutte le prime sette squadre della classifica possono lottare per lo Scudetto e per la Champions. Continuiamo ad essere consapevoli della nostra forza, pur sapendo che dobbiamo ragionare una partita alla volta“.

Ibrahimovic festeggia dopo il goal in Milan-Crotone
Ibrahimovic festeggia dopo il goal in Milan-Crotone

MilanTV

SULLA PARTITA: “L’approccio è stato giusto. Nel primo tempo abbiamo perso un po’ di distanze e abbiamo lasciato spazio ad avversari che sapevano giocare bene. Il calcio difficilmente regala partite facili ma siamo statoi bravi ad essere sempre concentrati e uniti”

SULLE ASSENZE: “I nostri due trequarti sono sempre stati Brahim e Calhanoglu anche se Leao ha interpretato benissimo questo ruolo. E’ chiaro che però hanno maggiori qualità per quel ruolo. Le qualità di Calhanoglu sono importanti e le conosciamo. I giocatori si differenziano in due categorie: quelli intelligenti e quelli non intelligenti. Con quelli intelligenti è facile giocare a calcio”

SU IBRA: “E’ un dato significativo della sua forza. Zlatan è un campione e ha un grande senso di competitività. Sta bene e ha grande ambizione. E’ giusto sottolineare i suoi dati ma anche quelli di tutta la squadra. Se giochiamo questo calcio è merito di tutti. Siamo ancora qui ma mancano molte partite in stagione e dobbiamo ancora fare molto”

SULLA SQUADRA: “La crescita della squadra credo sia proprio in questa direzione. Siamo una squadra giovane ma consapevole e che non si fa condizionare da polemiche e critiche. Le aspettative salgono ma è merito nostro. Ora dobbiamo reggere queste pressioni che è un privilegio avere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy