IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Incubo malattia tornato: tutti i messaggi di incoraggiamento per Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna ed ex allenatore del Milan.

Sinisa Mihajlovic dovrà di nuovo lottare contro il cancro. Sono arrivati tanti messaggi dal mondo del calcio per lui

Redazione Il Milanista

Il Torino ha voluto far forza a Sinisa Mihajlovic con un messaggio chiaro: "Caro Sinisa, ti pensiamo e ti siamo vicini con grande affetto. Un abbraccio forte: il Presidente Urbano Cairo e tutto il Torino Football Club". Questo il messaggio di incoraggiamento del Torino per il tecnico del Bologna.

Anche il Napoli ma non solo si è unito

“Forza Mister, siamo con te!” è il messaggio del Napoli per il tecnico serbo. Come il Napoli anche la Lazio siè unita alla catena solidale e ha scritto: “Sinisa non mollare mai. Siamo al tuo fianco anche in questa nuova battaglia!" . Da una squadra ad un giocatore. Dalla Lazio a Dusan Vlahovic, connazionale di Sinisa Mihajlovic. Il forte attaccante serbo ha repostato tramie una storia il contenuto pubblicato dalle Lega di Serie A in cui si faceva un grosso in bocca al lupo a Sinisa per sconfiggere la malattia.

Anche il leghista Matteo Salvini si è unito per augurare il meglio a Mihajlovic

“Forza amico, guerriero e campione, ti aspetto per stappare una bottiglia di quell’ottimo vino serbo insieme!” queste le parole di Matteo Salvini sul fatto che Sinisa Mihajlovic dovrà nuovamente sconfiggere la leucemia.

E' arrivato anche il messaggio del Milan

La società rossonera tramite il suo profilo Twitter ha scritto: “Ti siamo vicini in questo momento delicato, forza Sinisa!”. Questo il messaggio del Milan.

Il messaggio di Mihajlovic che aveva annunciato la ricaduta

"Dalle ultime analisi sono emersi campanelli di allarme e potrebbe presentarsi il rischio di una ricomparsa della malattia. Per evitare che accada mi è stato consigliato di intraprendere un percorso terapeutico che possa eliminare sul nascere questa ipotesi negativa. Questa volta per usare un termine calcistico non entrerò in scivolata su un avversario, ma giocherò d’anticipo. Questa malattia è molto coraggiosa nel tornare ad affrontare un avversario come me. Questo è il percorso della mia vita, a volte si incontrano delle buche improvvise, si può cadere e bisogna ritrovare la forza per rialzarsi. Dovrò assentarmi a inizio settimana per ricoverarmi al Sant’Orsola dove so di essere in ottime mani. Al contrario di due anni e mezzo fa questa volta mi vedete più sereno, so cosa fare e la mia situazione è diversa. Spero che sia breve, ma dovrò saltare alcune partite. e ho già fatto allestire nella mia stanza d'ospedale tutto quello che serve per seguire la squadra da lontano dagli allenamenti a tutto il resto”.

Le altre parole di Mihajlovic

“Sicuramente questo inizio 2022 non è stato fortunato, ma non dobbiamo piangerci addosso perché nelle difficoltà si misurano coraggio e capacità di reagire. Sono certo che loro lotteranno per me e io lotterò per loro. Chiedo anche ai meravigliosi tifosi del Bologna di sostenermi in questa lotta, nessuno di noi mollerà un centimetro, risaliremo in classifica e io tornerò qui. Questo è quello che volevo comunicarvi e voglio solo chiedervi di rispettare il mio diritto alla privacy in questo momento. Parlate dell’allenatore Mihajlovic, ma lasciate stare l’uomo Sinisa".