IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Marchisio: “Ibra e Quagliarella esempi per i più giovani”

Claudio Marchisio, ex centrocampista della Juve e della Nazionale

Ecco le parole dell'ex centrocampista bianconero ai microfoni di sampdorianews.net

Redazione Il Milanista

Ai microfoni di sampdorianews.net  è intervenuto l'ex centrocampista della Nazionale e della Juve Claudio Marchiso. Ecco le sue parole

SULL'EX COMPAGNO RINCON -"Ho avuto la fortuna di conoscere Tomàs dentro e fuori dal campo. È una persona di cuore, un atleta con la testa all'italiana, all'europea, ancora prima di arrivare in serie A, sempre pronto al lavoro duro e al sacrificio. Lo ha dimostrato non soltanto alla Juventus ma in tutta la carriera, ha messo in evidenza la propria indole, quella del combattente, del "Generale", le qualità fisiche, caratteriali e tecniche del leader, del senatore, di chi dà il buon esempio di cosa significhi essere professionale e professionista, anche nei confronti dei colleghi più giovani".

SUL CONTRIBUTO DI RINCON ALLA SAMP - "Alla Juventus ha portato diverse qualità, tra le sue caratteristiche va citata l'intelligenza tattica nel riuscire a tenere uniti tutti i reparti, abbinata alla mentalità aggressiva da sempre nelle sue corde. Riesce a tenere tutto il campo, sia come propria posizione che per venire incontro ai compagni, dinanzi alle difficoltà ognuno sa di potersi affidare a Tomàs".

Non è più un ragazzino ma punta a dimostrare il contrario. "Se si sta bene fisicamente l'età passa in secondo piano. Rincòn ha dimostrato di essere bravo a mantenere la testa allenata a livello agonistico, consentendo di vantare una giovinezza diversa da quella che si può risalire dalla carta d'identità. In campo si offre un rendimento di alto livello, come del resto si può parlare della carriera di Fabio Quagliarella, quando si ha una mentalità vincente, lo spirito di non mollare mai, la professionalità. In particolare quando bisogna raggiungere obiettivi importanti e il gruppo può trovarsi in difficoltà, il loro spessore umano e professionale fa la differenza. Sono convinto che Rincòn possa dare un apporto positivo alla Sampdoria e non solo."

SU QUAGLIARELLA - "I professionisti seri aiutano il proprio club d'appartenenza e l'intero movimento calcistico, senza scordare i ragazzi che un giorno ambiscono a diventare calciatori professionisti. Grandi campioni, come Quagliarella e Ibrahimovic, sono esempi da seguire, dimostrano il loro valore in una lunga carriera anche grazie ad un'importante dedizione quotidiana al lavoro, ne beneficiano il singolo e il gruppo, sono. Ricordo quando Quagliarella è arrivato alla Juventus, una partenza molto forte poi un grave infortunio che ne ha rallentato il cammino. Una volta rientrato è subito tornato ad alti livelli, a suo favore parlano i numeri. Gli esempi dei grandi calciatori passano per il campo e dal fatto di essere grandi uomini nella vita privata, il caso di Fabio insegna e lo dimostra".