IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Mancini: “La Svizzera gioca bene, ma noi abbiamo ancora margini di crescita”

Nazionale italiana

Il commissario tecnico azzurro è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Svizzera.

Redazione Il Milanista

Questa sera alle 20:45 affronterà la Svizzera all'Olimpico di Roma nella gara valida per le qualificazioni al prossimo Mondiale del Qatar. Nella conferenza stampa di presentazione, il commissario tecnico azzurro si è concentrato su vari temi. Qui abbiamo raccolto le sue principali dichiarazioni.

SULLE IMPRESSIONI DATE DAI CALCIATORI A POCHE ORE DALLA PARTITA - "Li ho visti tranquilli e concentrati. Stanno bene e sanno che per vincere devono essere sempre al 100%. I tifosi sicuramente ci daranno una mano, abbiamo giocato all'Olimpico tre gare dell'Europeo e il loro calore si è sentito". Sulla Svizzera: "Giocano un ottimo calcio da diversi anni, tutte le partite in cui li abbiamo affrontati sono state difficili. Dobbiamo fare la nostra gara e il nostro gioco".

SU IMMMOBILE E CHIELLINI - "Ci dispiace per loro due, ma credo sia una cosa comune a tutte le Nazionali, gli infortuni possono essere un po' di più in questa fase. Noi siamo in una situazione positiva e dobbiamo stare tranquilli anche se sarà difficile".

 Pellegrini, Chiellini e Locatelli con la maglia della Nazionale italiana durante la Nations League.

SU BELOTTI E BARELLA - "Abbiamo due allenamenti prima del match e dobbiamo ancora valutare alcune cose, ma Belotti ha chance di giocare. Anche Barella sta bene, mercoledì si è allenato con la squadra e credo che possa trovare il suo spazio con la Svizzera"

SULLA CRESCITA DEL GRUPPO SQUADRA - "La squadra non è cambiata molto dall'Europeo, credo che abbia ancora ampi margini di miglioramento e che possa diventare acora più forte da qui al Mondiale".

SULLA PARTITA - “È una sfida importante, ma come tante altre, giochiamo in casa e penso faremo una grande partita. All'Olimpico ci legano tanti ricordi importanti, positivi. L'atteggiamento della Svizzera credo sarà quello, ha una sua identità, sarà una gara difficile ma lo sappiamo. I ragazzi sono tranquilli, stanno bene”.