Leonardo a Sky: “Non cerchiamo alibi…ma siamo la seconda squadra più giovane della Serie A”

Ecco le parole del direttore generale dell’area sportiva del Milan

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il direttore generale dell’area sportiva del Milan Leonardo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo il k.o. contro la Sampdoria:

“Oggi siamo stati in difficoltà soprattutto nel primo tempo, prendi un gol dopo un minuto e questo tocca anche un fattore psicologico. Ma non dobbiamo fare processi, abbiamo vinto partite anche giocando peggio di oggi. Dobbiamo considerare tutto quello che è la nostra stagione. Non possiamo fare sì che questo momento sia determinante per il prosieguo della stagione. Dobbiamo essere bravi e maturi per gestire questo momento, superarlo e centrare il nostro obiettivo che è quello di centrare la Champions League. Ci sono Roma e Lazio che sono in corsa, ma in questo momento siamo quarti e dobbiamo rimanere tali”.

SULLE FRASI DI GATTUSO –  “Gattuso ha un contratto col Milan, non l’abbiamo mai messo in discussione. Siamo stati sempre chiari, il suo futuro non è la priorità e mi ha stupito anche la domanda del giornalista. Con una domanda così non vedevo un’altra risposta. Lui è arrivato prima di noi, ma non abbiamo mai avuto nemmeno l’idea di cambiarlo. Se si vince con Gattuso un giorno sarà una cosa bellissima, ha fatto la storia nel Milan da giocatore, sarebbe una cosa bella. Poi due mesi nel calcio sono un’eternità. Dobbiamo essere tutti bravi a mantenere un equilibrio. Penso che questa sarà la nostra linea per il futuro. Non cerchiamo alibi, ma questa è la seconda squadra più giovane del campionato. Per molti è il primo confronto con un obiettivo importante”.

DIFFERENZE TRA TITOLARI E PANCHINARI –  Non credo, ci sono tanti giocatori che sono entrati e ci hanno dato grande energia. Ci sono stati 15-16 giocatori che sono stati presenti quando sono stati cambiati in causa. Sicuramente manca un giocatore che possa risolvere e dare a Gattuso un’alternativa in più”.

SUL POSSIBILE RIDIMENSIONAMENTO SENZA CHAMPIONS  “Abbiamo una società che è maestra nel fare calcoli. Siamo molto concentrati nella possibilità Champions, pensiamo fortemente di potere arrivare al quarto posto. Il Milan non ci arriva da sei anni, ma ora questa squadra ha preso una forma che ci fa pensare di potercela fare. Speriamo di arrivarci”.Intanto, niente Napoli: arriva il sogno rossonero! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy