Le Pagelle di Tiziano Crudeli: Finalmente Tonali. Dalot non fa rimpiangere Theo

Ecco le pagelle di Tiziano Crudeli per Milan-Sparta Praga

di Redazione Il Milanista

MILANO – Ecco le pagelle di Tiziano Crudeli per IlMilanista.it per Milan-Sparta Praga, seconda giornata di Europa League.

TATARUSANU – 6

Verrebbe da chiedersi “chi l’ha visto?” perché il portiere rumeno in 90 minuti avrà toccato si e no 5 palloni.

CALABRIA – 6 

Il terzino rossonero oggi si limita a fare il compito senza spingere troppo. Una sufficienza d’esperienza in vista del tour de force (dal 66 s.t. Conti5,5: l’unico tiro in porta nasce da un suo disimpegno sbagliato.)

KJAER – 6,5

Qualche rinvio un po’ troppo frettoloso e impreciso, ma il danese si dimostra ancora una volta leader della retroguardia rossonera. Oggi è una vera muraglia e non sbaglia davvero nulla.

ROMAGNOLI – 6

Più impostazione che marcatura per il Capitano rossonero che gli permette di mostrare la sua qualità del suo mancino (dall’80 s.t. Duarte: s.v.)

DALOT – 7

Gioca tremendamente alto costringendo Pioli a richiamarlo più volte durante la partita. E’ sempre troppo lento a recuperare la posizione. La prima giocata interessante arriva al 56′ quando sfodera una trivela di quaresmiana memoria per il 2 a 0. Basta? Non per lui che sfrutta al meglio un passaggio millimetro di Bennacer e batter il portiere ceco. 3 a 0 e prima gioia in rossonero

BENNACER – 6,5

In mezzo al campo si fa sentire e detta i tempi delle ripartenze e delle incursioni del Milan. Sempre più fondamentale nello scacchiere di Pioli. L’assist per Dalot è cioccolatino preciso per il portoghese. (dall’80 s.t. – Kessié: s.v.)

TONALI – 7

Finalmente Tonali! Il centrocampista inizia a comprendere gli schemi di Pioli e i risultati si vedono. Non soffre la convivenza con Bennacer. Anche Pioli sembra essere soddisfatto dell’ex Brescia.

CASTILLEJO 5,5

Un po’ immobile durante la partita: spinge poco e copre ancora meno. Lo spagnolo sembra essere ancorato sulla trequarti senza mai impattare davvero sulla partita. Egoista a 15 minuti dalla fine nel cercare la gloria personale e non servendo Leao libero.

KRUNIC 6

Alla mezz’ora ha una palla gol importante, ma si perde nel tiro. Il bosniaco dopo una partenza soft e lenta, si riprende venendo fuori alla distanza. Il bosniaco corre e lo fa bene risultando un giocatore importane per Pioli (dall’86 s.t. Maldini – s.v.)

DIAZ – 7 

Dei tre dietro a Ibrahimovic è sicuramente il migliore. Sfrutta al meglio il movimento dello svedese e porta il Milan in vantaggio, nonostante un tiro di destro non eccellente che beffa però il portiere dello Sparta Praga.

IBRAHIMOVIC – 6 

Assist, rigore procurato ma penality sbagliato. Sorriso amaro per lo svedese che, nonostante la possibilità di chiudere la partita al 37esimo, da solo regge l’attacco rossonero. Pioli gli concede 45′ minuti di riposo lasciandolo negli spogliatoi per il secondo tempo (dal 46 s.t. Rafael Leao – 7: Pochi minuti dopo il suo ingresso in campo viene servito splendidamente da Tonali, ma il suo tiro sbatte sull’estremo difensore. Bravo poi a sfruttare l’assist di Dalot per il 2 a 0).  Ma attenzione perché in queste ore è arrivata anche una grossa novità di mercato in casa rossonera. Idea per gennaio, Maldini ci pensa davvero: un grande colpo… low cost! >>>LEGGI SUBITO LA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy