Lasciarsi per ritrovarsi: la regola scritta da Paquetà e Andrè Silva

I due ex rossoneri hanno entrambi lasciato Milano con pochi ricordi positivi nelle menti dei propri tifosi. Ma ora entrambi sembrano ritrovati.

di Redazione Il Milanista
André Silva con la maglia del Milan

MILANO – Il Milan sta stupendo persino se stesso in questa avvincente e curiosa stagione di Serie A. Anche due ex rossoneri però, stanno facendo lo stesso. Stiamo parlando di Lucas Paquetà e di Andrè Silva. Il primo che il 4 gennaio 2019 viene annunciato a Milano. Il suo passaggio a titolo definitivo al Milan, secondo le indiscrezioni di stampa, ha avuto un costo pari a 35 milioni di euro più bonus. Dopo una buona prima stagione, nella seconda perde il posto da titolare finendo ai margini della rosa a causa di un rendimento non all’altezza. Così il 30 settembre 2020 firma un contratto di cinque anni con i francesi dell’Olympique Lione. Costo al ribasso, “solo” 21 milioni di euro più una percentuale su una futura rivendita. Il secondo ha una storia simile. Il Milan lo acquista il 12 giugno 2017 per quasi 35 milioni di euro.  Per la stagione 2018-19 è ceduto in prestito al Siviglia, formazione con cui, dopo un buon avvio, palesa un calo di rendimento, tanto da indurre la società andalusa a non riscattarlo. Rientrato al Milan viene poi girato (sempre in forma di prestito) all’Eintracht Francoforte

Lucas Paquetà con la maglia del Milan prima di essere ceduto in francia al Lione.

Ora la situazione è completamente diversa. Sia per il Milan, che ceduti i due sembra ora aver ritrovato se stesso. Sia per il Lione di Paquetà, che di questo passo potrebbe chiudere la Ligue 1 al secondo posto, a -2 dal Lilla primo. L’Eintracht Francoforte di Silva, trascinato proprio dal portoghese con 16 gol in 18 partite, si garantirebbe un prezioso quarto posto in Bundesliga che li varrebbe la Champions Leauge. Insomma, perdersi per ritrovarsi, a volte funziona. Questa è la legge che stanno provando a riscrivere gli ex rossoneri Lucas Paquetà ed Andrè Silva.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy