Kessiè-Leao: in 10 per 60 minuti il Milan si riprende la vetta

Il commento alla sfida di Benevento fra la squadra di Pippo Inzaghi ed il Milan di Stefano Pioli.

di Redazione Il Milanista
Kessie festeggia dopo il calcio di rigore trasformato a Benevento

MILANO – Il Milan affronta il Benevento per riprendersi la testa della classifica di Serie A. Al 1eesimo minuto errore in disimpegno del Benevento con Rebic che anticipa Tuia e viene steso dallo stesso difensore. Sul seguente rigore Franck Kessé spiazza Montipò e porta avanti i rossoneri. Al 20esimo minuto, cross di Caprari, sponda di Letizia e magnifico tiro di Roberto Insigne che colpisce il palo interno. Al 33esimo l’arbitro Pasqua espelle Tonali. Il direttore di gara aveva inizialmente estratto il giallo, ma dopo un on-field review, il direttore di gara ha deciso di assegnare un cartellino rosso nei confronti dell’ex Brescia. Il primo tempo si chiude sul parziale di Benevento-Milan 0-1.

Romagnoli in azione.

Nel secondo tempo il Milan trova subito il raddoppio. Leao è bravo ad anticipare il portiere e a programmare un preciso scavetto che supera la resistenza della retroguardia giallorossa. Rebic qui è stato bravo ad imbeccare Leao a premiare la corsa del compagno. Il croato decisivo dunque ancora una volta, come nel rigore procurato nel corso del primo tempo. Al 60esimo è calcio di rigore per il Benevento: gran passaggio di Schiattarella a trovare l’ex Sampdoria Caprari in area di rigore, steso da Krunic. Il numero 17 del Benevento spiazza Donnarumma ma calcia fuori. Si resta dunque sullo 0-2. Al minuto 72, Calhanoglu colpisce l’ennesimo palo della sua stagione dopo una combinazione con Castillejo e un gran tiro da notevole distanza. La partita si muove in direzione Benevento. La squadra di Inzaghi si fa vedere dalle parti di Donnarumma, ma la difesa regge complice un pò di fortuno ed un ottimo Donnarumma. Ancora Milan però sul finire, con Kessie ben servito da Leao: il suo tentativo sbatte però sul palo. Finisce così, il Milan vince 0-2 e si riprende la vetta del campionato.

 

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy