IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Zaccheroni: “Il Milan ha pagato le molte assenze. Poteva avere di più!”

Il Milan esulta dopo un gol segnato contro l'Empoli.

L’ex allenatore rossonero ha parlato del Milan e della lotta scudetto. Ecco le sue dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport.

Redazione Il Milanista

Quest’anno il campionato italiano sta regalando grandi gioie agli appassionati di calcio. In ogni giornata avvengono scontri e cambiamenti importanti per la classifica. Ad oggi non è ancora certo chi possa vincere lo scudetto. Senza dubbio la preferita per la conquista del titolo rimane la formazione nerazzurra, al primo posto con 53 punti e una gara in meno da giocare. Seguono a pari merito i partenopei e i rossoneri, a quota 49 punti. Il Milanera riuscito a superare e ad allontanarsi dagli azzurri, ma nelle ultime gare ha perso dei punti importanti. Fuori dalla lotta per lo scudetto invece sembra essere la squadra bianconera, che dopo anni e anni di primato vede lontana la vetta.

Tuttavia in ogni giornata le cose cambiano improvvisamente e non è detto che da qui fino al termine non possano esserci ulteriori sorprese. Per molti la conquista del titolo sarà un affare tra i due club milanesi, che si daranno battaglia fino alla fine. Tra le due rivali si inserisce però prepotentemente la squadra di Spalletti, che ha recuperato terreno. Proprio delle due pretendenti al titolo ha parlato Alberto Zaccheroni. L’ex tecnico rossonero ha detto la sua opinione ai microfoni della Gazzetta dello Sport: “Milan e Napoli hanno pagato le tante assenze. Meritavano e potevano avere più punti di quelli che hanno”.

Ecco il suo pensiero sui due club al secondo posto: “Se devo dirla tutta, questo campionato è davvero troppo condizionato da Covid e infortuni e per questo è diventato complicato fare pronostici. Ma i rossoneri mi sembrano la squadra con più entusiasmo di tutte, mentre il Napoli ha una rosa di grande qualità e profondità. Spalletti poi è una garanzia: al primo anno raggiunge sempre l’obiettivo. Mentre il Milan ha in Maldini un fenomenale stabilizzatore dell’ambiente”.