IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Inzaghi: “Milan e Napoli avversarie per lo scudetto, ma tutto può cambiare”

Simone Inzaghi

L’allenatore dei nerazzurri ha parlato della lotta scudetto e della concorrenza con il Milan e con i partenopei.

Redazione Il Milanista

Simone Inzaghi ha rilasciato un’ intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Sulla possibilità di vincere lo scudetto: “Non faccio numeri. Questo è un campionato imprevedibile. Siamo a buon punto, ma quel che abbiamo fatto fin qui dev’essere solo uno stimolo per ricominciare a mille dopo la sosta”.

Su Calhanoglu: “Credo che il suo ruolo sia quello di mezzala, è quello a lui più congeniale. Hakan ha quantità e qualità e riesce ad abbinarle. Se è il nostro Luis Alberto? Dico di sì, hanno molte cose in comune. E per la verità nel mio modo di giocare avrebbe fatto molto bene anche uno come Eriksen, ne sono convinto”.

Sulle avversarie per lo scudetto: Milan e Napoli sono quelle che hanno cambiato meno. Il Napoli non ha ceduto neppure un big, il Milan ha sostituito bene. Me nella corsa scudetto metto dentro anche l’Atalanta e la Juve. I bianconeri hanno perso punti, sono più indietro di quanto ci aspettassimo. Ma stanno tornando, hanno vinto sei delle ultime otto: la Juve è un avversario da tenere in considerazione”.

Sui punti guadagnati sul Milan e sul Napoli: “Guardate, io ero sereno anche a ottobre, anche quando dalla vetta eravamo distanti. Incontravo i tifosi in giro per Milano, mi dicevano che la squadra piaceva, che venivano volentieri allo stadio. E questo per un tecnico è il complimento più importante. Questa cosa mi ha dato una spinta in più. Anzi, ci ha dato, a me al mio staff. Dirò di più: ci credevamo già da luglio, dal giorno del primo allenamento. Ora fa comodo a tanti dire che siamo i favoriti, che siamo una corazzata. Ma io lo sapevo già allora che avremmo potuto far bene”.