IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Di Stefano: “Rebic potrebbe partire titolare. Lavoro supplementare per Ibra”

Ante Rebic, attaccante rossonero.

Peppe Di Stefano ha parlato a SkySport24 del prossimo impegno del Milan in campionato e dell’allenamento odierno.

Redazione Il Milanista

Manca sempre meno al ritorno in campo della Serie A. Le squadre sono pronte per affrontare le ultime giornate del campionato e la lotta per lo scudetto entra finalmente nel vivo. A guidare la classifica è, per il momento, il Milancon ben 66 punti. Dietro i rossoneri ci sono i partenopei con 63 punti e i nerazzurri con 60 punti, ma hanno una partita in meno ancora da disputare. Ogni giornata può rivelarsi decisiva per la classifica finale, con le tre rivali che sono consapevoli di non poter più commettere nessun passo falso. Quest’anno la classifica è davvero corta e avrà la meglio la squadra che riuscirà a sbagliare di meno.

Mister Pioli sta preparando i suoi uomini per la sfida contro il Bologna, in programma lunedì sera a San Siro. Dopo molto tempo potrebbero tornare titolari Rebic e Ibrahimovic. Proprio dei due ha parlato Peppe Di Stefano, in collegamento a SkySport24 da Milanello. Ecco cosa ha detto su Zlatan Ibrahimovic: "Il Milan si allenato stamattina, poi c'è stato il pranzo obbligatorio e alla fine i giocatori hanno potuto tornare a casa. Ibrahimovic invece è uscito pochi minuti fa da Milanello perchè è rimasto un'ora e mezzo in più in palestra per fare un lavoro supplementare. Per mentalità è un giocatore diverso da tutti gli altri. Non so se uno così possa decidere realmente di smettere di giocare a giugno. Ibra ha capito benissimo cosa può dare a questa squadra, non è più una questione di giocare o meno titolare".

Invece su Rebic ha dichiarato: “Rebic giocherà sicuramente di più in questo finale di stagione. È stato un anno complicato e particolare, ma la cosa strana è che ogni anno lui vive una stagione altalenante: la prima parte è un po’ spenta, mentre nella seconda parte diventa decisivo in tante partite. Può avere chance dal primo minuto al posto di Leao, anche perché a Cagliari è entrato bene. Ante è un giocatore molto freddo, unico che sa fare gol nei momenti decisivi”.