IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Cerruti: “Pioli va solo ringraziato. Scudetto? Sarebbe un miracolo!”

MILAN, ITALY - JANUARY 13: Stefano Pioli, Head Coach of AC Milan, celebrates with his players at the end of the Coppa Italia match between AC Milan and Genoa CFC at Stadio Giuseppe Meazza on January 13, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Alberto Cerruti ha rilasciato un’intervista sul pareggio del Milan e sulla possibilità di vincere lo scudetto.

Redazione Il Milanista

Alberto Cerruti è intervenuto durante la trasmissione Maracanà di TMW Radio, dicendo la sua sul momento del Milan. Ecco le dichiarazioni del giornalista sul pareggio di ieri sera:

Sul pareggio del Milan contro i rossoblù a San Siro: "Pioli sta compiendo un miracolo, dobbiamo ringraziarlo perché il Milan sta andando oltre le proprie possibilità. Questo è il Milan, nel bene o nel male. Se il Milan vincerà lo Scudetto, sarà un miracolo".

Sulla poca precisione in attacco: "Il Milan mi ricorda molto l'Italia di Mancini, molti attacchi e poca precisione. Ma almeno il Milan non ha perso. Il problema dell'attacco non è nuovo, non si può pensare che Ibra a 40 anni possa essere ancora decisivo. Giroud è un'alternativa, per il futuro si dovrà investire sull'attacco. Forse si doveva fare uno sforzo in più per Vlahovic. La società? Al fondo Elliott non importa vincere ma avere i conti a posto per vendere la società. Dopo l'infortunio di Kjaer si pensava a un sostituto, ma non è stato fatto. A loro interessa arrivare in Champions, non vincere, partecipare per alimentare il business. Ieri c'erano 70 mila persone a San Siro. Mi spiegate perché il nuovo stadio dovrebbe avere più di 70 mila spettatori? Come si potrebbe fare di più? Vengono alimentate illusioni pericolose".

Sui fischi a Kessiè: "Detto che se il Milan non vincesse lo Scudetto sarebbe una delusione e non un fallimento, dico che i tifosi devono fare i tifosi e come tali devono incitare i propri giocatori fino all'ultimo giorno che vestono quella maglia. Fischiarlo si mette in difficoltà il giocatore, la squadra e Pioli. Trovo assurdo contestare un proprio giocatore".

Sulla squadra meno imperfetta lì davanti: "Il Napoli. Senza Osimhen ha giocato una grande partita con l'Atalanta. La forza è il suo organico, ha segnato due gol con due subentrati dalla panchina. Ha alternative migliori. Ma non è detto che vinca lo Scudetto. Al momento nessuno merita veramente di vincerlo".