IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Cafu: “La favorita per lo scudetto è il Milan. Pioli è il tecnico giusto”

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 23:  Cafu attends The Best FIFA Football Awards 2019 at the Teatro Alla Scala on September 23, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

L’ex difensore ha rilasciato un’intervista sul Milan, sul big match di questa sera contro i partenopei e sulla lotta scudetto.

Redazione Il Milanista

L’ex rossonero Cafu è stato intervistato dal Corriere dello Sport. L’ex difensore ha parlato della Serie A e sul prossimo match tra Milan e Napoli ha dichiarato:"Mi aspetto un incontro bello intenso perché la posta in gioco è grande, anche se siamo ancora a metà campionato. Il Milan nonostante gli infortuni sta facendo una bella stagione: è stato eliminato dal girone di Champions, ma in Serie A è in alto e può vincere lo scudetto. Napoli con tante assenze? Non pensate che per il Milan sarà facile. Anzi... Mi aspetto un match tosto perché entrambe le formazioni hanno avuto una settimana di tempo per prepararsi".

Sullo scudetto: "La favorita è il Milan. Inzaghi l’ho sfidato nei derby a Roma quando ancora giocavamo: è diventato un tecnico forte, intelligente, e studia tantissimo gli avversari. Ha iniziato la sua carriera e nessuno credeva in lui, ma è stato bravissimo a fare piano piano il suo lavoro con la Lazio e a crescere anno dopo anno. Ora può vincere con l’Inter alla quale ha dato un bel gioco. Molto del merito di questo primo posto è suo perché crede in ciò che fa e non lascia niente al caso".

Su Pioli"Lui lavora al Milan da più tempo e si è conquistato la conferma con i risultati. E’ il tecnico giusto, al posto giusto e per la rosa giusta. Al Milan non è facile ottenere i risultati che sta ottenendo perché la pressione e le aspettative sono grandi. Pioli invece non sta sbagliando quasi niente”.

Su Spalletti: "Fino a poco tempo fa era primo, ma ora ha perso un paio di gare ed è quarto. Niente di compromesso perché la squadra ce l’ha. Con tutti i giocatori sani, può dire la sua fino alla fine".

Su Ibrahimovic: "L’età è solo un numero se il corpo regge. Ibra è ancora a grandi livelli perché è un campione".

Su Donnarumma: "Da lontano è difficile giudicare perché non è stato rinnovato un contratto. Di certo il Milan ha perso un grandissimo portiere e un ottimo centrocampista, ma hanno un grande preparatore dei portieri come Dida e Maignan è forte. In più c’è Maldini che è un fenomeno anche come dirigente. Mi fido di Paolo".

Su Calhanoglu:  “Milan senza Calhanoglu e Donnarumma? Da lontano è difficile giudicare. Di certo il Milan ha perso un grandissimo portiere e un ottimo centrocampista”.