Il Milan ai milanisti: la filosofia di Berlusconi ripresa da Elliott

Il Milan ai milanisti: la filosofia di Berlusconi ripresa da Elliott

Ecco spiegato la conferma di Gattuso, gli arrivi di Scaroni, Leonardo e degli altri ex

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il Milan torna ai milanisti. La proprietà di Singer è decisa a riprendere la filosofia di Berlusconi: ecco quindi la conferma di Gattuso e la nomina a Presidente di Scaron e di Leonardo a direttore tecnico, uno che in conferenza stampa ha dichiarato: “Il Milan è casa mia“. ma attenzione non è finita perché stanno per arrivare altri milanista nella dirigenza. Tra le vecchie conoscenze che torneranno c’è l’avvocato Leando Cantamessa che ha già lavorato a stretto contatto con Adriano Galliani. Con lui ci sarà anche il figlio, perché il Milan è una questione di famiglia. L’avvocato seguirà le pratiche di mercato. Poi si proverà a trovare una collocazione a uno che ha storia rossonera legata al proprio cognome: Maldini. Un altro che farà ritorno nella famiglia è Umberto Gandini, che è stato dirigente del club dal 1993 al 2016. Nel piano di Elliott sono previsti due a.d. e lui si occuperà della parte sportiva ed istituzionale. Altro nome è quello di Rijkaard che in questo Milan potrebbe avere una delega agli affari tecnici con supervisione al lavoro di Gattuso. Galli, ex responsabile giovanile, potrebbe tornare dopo pochi mesi dal suo allontanamento prendendo il posto di Beretta, nominato dai vecchi (e interisti) Fassone e Mirabelli. Angelo Carbone potrebbe essere il responsabile allo scouting. Intanto Leonardo prepara un altro clamoroso colpo dal Chelsea: CONTINUA A LEGGERE

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy