IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Haaland verso il Barca. Arriva la conferma dell’uomo di fiducia di Laporta

DORTMUND, GERMANY - OCTOBER 03: Erling Haaland of Borussia Dortmund celebrates after scoring his team's third goal during the Bundesliga match between Borussia Dortmund and Sport-Club Freiburg at Signal Iduna Park on October 03, 2020 in Dortmund, Germany. A limited number of fans have been allowed into the stadium as COVID-19 precautions ease in Germany. (Photo by Lars Baron/Getty Images)

Il responsabile della campagna elettorale di Laporta è intervenuto su Twitch. Secondo lui Haaland si trasferirà in estate al Barcellona

Redazione Il Milanista

Il futuro di Erling Haaland tiene banco tra gli amanti del calcio. La certezza, al momento, è che a giugno lascerà la Germania e il Borussia Dortmund per cambiare club. Sul talento classe 2000 si stanno muovendo tutti i top club europei, pronti a far partire il bonifico da 75 milioni di euro della clausola rescissoria.

Ma una voce nelle ultime ore sta prendendo piede: il trasferimento del figlio di Odino al Barcellona. Infatti su un canale Twitch è intervenuto Lluis Carrasco, responsabile della campagna elettorale di Laporta (presidente del Barcellona) che ha detto: "So che il presidente lo adora . Sa che ha bisogno di un giocatore importante per questo progetto pieno di giovani e che Haaland può essere il dominatore del calcio europeo in futuro. In due o tre stagioni potremmo costruire una grande squadra, ma c'è bisogno di un giocatore di riferimento. E in questo momento, questo giocatore è Haaland. Laporta ci proverà in tutti i modi, al di là della sua amicizia con Mino Raiola, che può influenzare un po'".

Perché dovrebbe preferire il Barcellona al Real, dove potrebbe giocare con Mbappé:  "Erling è interessato a un progetto vincente; quando le squadre di vertice hanno tanti giocatori di prima fascia, ci sono problemi perché si fanno sempre paragoni, confronti che fanno male a qualsiasi giocatore. Basti vedere i problemi tra Neymar e Mbappé o mille altri esempi".