news milan

Giroud: “Orgoglioso del Milan. Con Zlatan è più facile e su Pioli…”

Olivier Giroud, attaccante rossonero

Le dichiarazioni rilasciate dall'attaccante rossonero ex Chelsea, Olivier Giroud, al rientro dopo un infortunio.Le dichiarazioni rilasciate dall'attaccante rossonero ex Chelsea, Olivier Giroud, al rientro dopo un infortunio.

Redazione Il Milanista

OlivierGiroud, attaccante rossonero, è in procinto di tornare a disposizione di Stefano Pioli. Questa sosta per le Nazionali ha dato modo ad alcuni degli infortunati del Milan di recuperare e avere tempo per tornare in una forma accettabile. Giroud ha smaltito la lombalgia ed è tornato ad allenarsi regolarmente già da qualche giorno. Nella partitella di sabato il giocatore si è mosso bene ed a lanciato segnali positivi. Sarà dunque della partita al rientro in campo del Milan contro l'Hellas Verona, anche, Pioli permettendo, da titolare.

L'attaccante francese intanto ha rilasciato alcune dichiarazioni al canale ufficiale della Lega Serie A. Queste sono state le sue parole.

 Olivier Giroud, attaccate ex Chelsea

GIOCARE NEL MILAN, L'EMOZIONE - "Sono molto orgoglioso di giocare per il Milan e in Serie A. Il campionato che guardavo quando ero giovane. Sono molto orgoglioso anche perchè il mio calciatore preferito quando ero adolescente era Shevchenko. Sono fortunato ad avere l'opportunità di giocare e segnare come lui per questo club. Giochiamo a calcio per queste emozioni e le trasmettiamo ai tifosi e per questo non vedo l'ora di dare tutto per la squadra e per i supporter del Milan"

SUL RAPPORTO CON IBRA - "Ho giocato qualche volta contro Zlatan. Gioca ancora a 40 anni e questo vuol dire che è un professionista eccezionale. Si prende cura di sè stesso e del suo corpo e anche io cerco di fare così per godermi il calcio finchè il mio corpo me lo permetterà. Penso sia un grande esempio per i giovani ed è uno dei migliori attaccanti della Serie A. Non vedo l'ora di giocare al suo fianco e godermelo in allenamento. Penso che ci divertiremo e vogliamo vincere qualcosa con il Milan e con Zlatan sarà più facile"

SUL TECNICO PIOLI - "Quando ho parlato per la prima volta con mister Pioli è stato facile e naturale. Abbiamo avuto una conversazione molto franca e mi piace il suo modo di pensare il calcio. Ho seguito il Milan l'anno scorso e ha fatto una grande stagione anche grazie al lavoro di Pioli"