Gazidis sullo Scudetto: “Non intravediamo un traguardo prefissato”

Le parole di Ivan Gazidis, AD del Milan.

di Redazione Il Milanista
Il trio di mercato del Milan: Paolo Maldini, Ivan Gazidis e Frederic Massara
Milan, parla Gazidis

MILANO – Il Milan che è primo in classifica in Serie A alla sosta natalizia ha il diritto di sognare. Lo ha spiegato anche Ivan Gazidis, amministratore delegato del club rossonero, intervistato in esclusiva da La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina: “Portare orgoglio ai tifosi, ma per far credere loro i primi a crederci dobbiamo essere noi. Credere fortemente in qualcosa, partendo da una fiducia che arriva dal lavoro e dalla preparazione. Non è semplice, però. Non basta dire ‘ci credo’ ed è tutto risolto. È agire che crea fiducia. Noi abbiamo bisogno di muoverci e di costruire con umiltà, perché non abbiamo vinto nulla, non siamo alla fine del percorso. Se anche solo per un attimo ci sentissimo appagati, saremmo morti. Occorre continuare e lavorare, e questo è un processo che ci rende felici”.

Ivan Gazidis, AD del Milan, con Zlatan Ibrahimovic, punta rossonera
Ivan Gazidis, AD del Milan, con Zlatan Ibrahimovic, punta rossonera

SULLO SCUDETTO: “Per ora non intravediamo un traguardo prefissato, perché siamo dentro ad un percorso. Occorre restare umili, faremo degli errori, ma dagli errori si impara e con una visione comune si superano. Posso senz’altro dire che per me non è un progetto finanziario e di business. Il mio primo movente è la passione. Io mi sono trasferito negli USA a 28 anni per dare vita alla MLS. Ero un avvocato, parenti ed amici pensavano fossi pazzo. Ma non ero interessato ad un progetto imprenditoriale: ero guidato dalla passione per il calcio, che ho tutt’ora. Tant’è vero che ho fatto lo sporting director e non seguivo la parte finanziaria. Quindi ora non ci può essere storia più bella di ciò che stiamo e sto vivendo con il Milan”.

SUGLI OBIETTIVI: “Non vogliamo imporre un obiettivo fisso di classifica, perché non è così semplice. Le cose non sono così nette, sono valutazioni complessive. Per noi è più importante vedere il progresso verso l’obiettivo, che è darci un futuro all’altezza”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy