Galliani tuona: “Con il Fair Play Finanziario non sarebbe mai esistito il Milan di Berlusconi”

Ecco le parole di Galliani

di Redazione Il Milanista

MILANO – L’ex Amministratore Delegato del Milan Adriano Galliani ha rilasciato un’intervista durante l’evento organizzato a Monza nell’ambito dell’Uefa Europa League Trophy Tour:

Secondo me non è giusto, cristallizza l’esistenza dei club. Io ho firmato le mie dimissioni dal Milan il 13 aprile 2017, resto tifoso ma non parlerò più di Milan: sarebbe assurdo e poco corretto, ho fatto il capo azienda al Milan per 31 anni e ora devo solo stare in silenzio. Per il Milan parlerà la loro dirigenza o la loro proprietà, un grande fondo americano”.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

SUL MILAN DI BERLUSCONI – “Noi abbiamo preso un Milan con due istanze di fallimento, fuori dalle coppe e siamo riusciti a vincere scudetto, Coppa dei Campioni e Intercontinentale in soli tre anni. Oggi non sarebbe possibile. Con le regole del Fair Play Finanziario non sarebbe mai esistito il Milan di Berlusconi, il Milan delle cinque Champions LeagueIl Milan è rimasto fuori dalle coppe europee nell’86-87 e nell’88-89 ha vinto la Champions. Allora gli imprenditori investivano il loro denaro. Sono sempre le solite squadre che vincono. Non si capisce perché una nuova società che entra nel calcio non possa investire. Con queste regole i tifosi rossoneri non avrebbero visto i vari Gullit e van Basten“.

CESSIONE – “Domani saranno due anni che abbiamo venduto il Milan. Credo che chi lascia una società debba avere il buon gusto di non commentare quanto fanno i successori. Io sono fatto così e lascio agli altri i commenti“.

Intanto, arrivano i tagli: Elliott ne fa fuori tre! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy