Elliott valuta la cessione del Milan, Arnault ci pensa

Ecco le ultime su Arnault

di Redazione Il Milanista
Bernard Arnault

MILANO – Era il 10 luglio 2018 quando il fondo Elliott divenne il nuovo proprietario del Milan. Un cambio di proprietà dovuto alle inadempienze, dell’ex numero uno di via Aldo Rossi, Yonghong Li nei confronti del gruppo guidato da Paul Singer. Il gruppo americano, fin dal primo giorno, era stato chiaro: una volta sistemata la squadra e i conti avrebbe ceduto il club rossonero al miglior offerente. Il mondo del pallone del gruppo Elliott sembrava relegato al club meneghino: loro non si occupano di affari, no di gestione di club di calcio. Eppure un anno addietro alla porta dei Singer bussò Gerard Lopez, proprietario del Lille, per chiedere un prestito da 117 milioni. Vi viene in mente un déjà-vu? Probabilmente: è la stessa cosa, a cifre più basse, capitata al Milan con l’ex proprietà del Sol Levante. Ora il club francese, su spinta del fondo e di J.P. Morgan è prossimo a cambiare proprietà e passare a Merlyn Advisors, tramite l’azienda lussemburghese Kalisto Sporting. E dopo i transalpini potrebbe toccare al Milan…

La situazione del Milan

Il fondo Elliott ha dimostrato di essere lungimirante nelle scelte: debito ridotto, rosa di livello il cui valore è in costante aumento, primo posto in Serie  A. Economicamente parlando per il gruppo di Singer sarebbe il momento migliore per cedere il Milan. Forse meno per chi acquista, ma il valore del club di via Aldo Rossi potrebbe anche aumentare: la qualificazione in Champions, o ancor meglio lo Scudetto, farebbe lievitare il prezzo. Se poi arrivassero buone notizie anche sul fronte stadio…

Bernard Arnault
Bernard Arnault

Arnault, nuovi investimenti in Italia

Il gruppo LVMH con l’anno nuovo potrebbe davvero comprare il Milan. Al momento è solo un rumors, ma al tempo stesso c’è un importante indizio: il gruppo guidato da Bernard Arnault ha annunciato, nelle settimane scorse, un nuovo insediamento produttivo in Toscana. Un’occasione importante per il Bel Paese visto che verranno creato ben 500 posti di lavori nel settore della moda, come dichiarato da Antoine Arnault. Ma l’interesse per l’Italia non si ferma alla Toscana. LVMH sta valutando nuove strategie per sviluppare i loro marchi. E quale modo migliore se non quello di investire in uno dei due club della Capitale della Moda? Arnault pensa e valuta, conscio che il prezzo potrebbe solamente aumentare. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Antoine Arnault
Antoine Arnault

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy