• ultim'ora

Di Livio sul Milan: “Gattuso ha fatto un capolavoro l’anno scorso. Il carattere si allena con l’impegno. L’ombra di Conte pesa”. Esclusiva il Milanista

Angelo Di Livio elogia Gattuso e vede un match stellare: “Tanti stimoli per entrambe”

di Redazione Il Milanista
Milan vs Roma – Angelo Di Livio, vero moto perpetuo sui campi della serie A per più di 20 anni, ha parlato con noi del match di stasera.

Seconda giornata ma già tantissime polemiche. C’è qualcosa che non ti convince nella Roma?

Dopo le cessioni i tifosi sono perplessi ma credo che la Roma sia un’ottima squadra. È vero che ha tanti giovani, alcuni interrogativi, però ha qualità. Deve risolvere la posizione di Pastore, può essere fondamentale. A detta di tutti è un trequartista, facendolo giocare nel 4-3-3 diventa difficile collocarlo, quindi tocca a Di Francesco capire e farlo giocare nel ruolo migliore.

Roma giovane e arrabbiata: stasera andrà all’attacco?
 A fine primo tempo con l’Atalanta credo che l’allenatore sia stato abbastanza duro. Stasera è una partita importante, in uno degli stadi piu belli d’Europa, davanti ad un Milan che vuole tornare in alto, per la Roma gli stimoli sono tanti, non puó sbagliare. Con una sconfitta ci sarebbero tante polemiche.
Roma con dei “feriti” : Florenzi e Di Francesco (pugno alla panchina). Ti sorprende l’atteggiamento di questo Di Francesco?
Noi vediamo questo ragazzo in panchina che, magari, non si agita come Gattuso Conte ma sono sicuro che nello spogliatoio è uno che si fa sentire molto. Episodio del pugno a parte, credo ci voglia più responsabilità dai giocatori. Ho visto giocatori non posizionarsi bene, Fazio ad esempio, un leader, da rivedere. Vediamo se il mister alternerà qualcuno, ci sono molti dubbi.
Roma città eternamente insoddisfatta: problema irrisolvibile?
È il mercato a scontentare la gente, le cessioni. Si parla dello stadio, per cui ci vorrà ancora del tempo, ma il calore dei tifosi per i giocatori è immenso, si costruiscono grandi legami. Veder partire Naingolann ha dato fastidio, Alisson lascimo perdere, poi Strootman. È difficile farli restare ma i campioni non vanno venduti. La gente comunque risponde bene, i tifosi supportano la squadra.
Buon sorteggio in Champions, finalmente.
Molta fortuna, bisogna essere contenti. Real a parte, la Roma se la gioca, non bisogna sottovalutare nessuno però: sono sempre partite di coppa. Dopo il salto qualitativo dell’anno scorso, non si può non passare il girone.
Le parole di Gattuso sul carattere da mettere in campo possono infastidire o motivare i giocatori?
Sono d’accordo con lui. L’anno scorso ha fatto un lavoro straordinario. Credo che durante la settimana il carattere si possa allenare con la voglia di combattere, di andare a contrastare, l’impegno insomma. La personalitá va oltre le doti tecniche.
Gattuso spesso paragonato a Conte. Questa sua figura forte, simile all’ex Chelsea, può portarlo a logorare i rapporti e a rischiare?
I risultati: tutto dipende tutto da questo. Una sconfitta a Napoli ci può stare. Per 60 minuti il Milan ha giocato molto bene, poi sono crollati. Conte è un’ombra su tanti allenatori, in tutta Europa, un nome che pesa. Tuttavia Gattuso è consapevole che il Milan vuole tornare ai fasti del passato, obiettivo che lo inorgoglisce e responsabilizza.
Come finisce Milan – Roma?
Secondo me me pari con gol.

 

di Luca Villari

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy