IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

DAZN e i disservizi: Dal Pino prova a rassicurare gli utenti

Paolo Dal Pino

Il Presidente Paolo Dal Pino ha parlato dei problemi riscontrati da DAZN, indicando segnali positivi verso il miglioramento del servizio.

Redazione Il Milanista

PolaoDal Pino, presidente della Lega calcio di Serie A, a Radio anch'io lo sport, su RadioRai, ha parlato dei problemi avuto da DAZN nella trasmissione di diverse sfide di Serie A: "Le nostre strutture avevano fatto ogni verifica sulla possibilità di avere sostanzialmente il nostro campionato solo sulla rete, sulla banda larga, le condizioni c'erano e ci sono. Dazn è responsabile di tutto questo: ho ripetuto più d'una volta che, quanto successo, è inaccettabile. Mi sembra che, nelle ultime domeniche, qualcosa di meglio si sia visto.

E' un passo estremamente importante, è la prima volta che siamo canale mono-distributivo su una tecnologia nuova, mi auguro che questo porti il nostro Paese a ridurre il 'digital divide' e a imporre l'uso della tecnologie e della banda larga in tutte le zone d'Italia possibili. E' evidente che, da parte di Fifa e Uefa, ci sia una tendenza alla proliferazioni di eventi per occupare il calendario. L'ultimissima è i Mondiali ogni due anni, ma anche la Champions che ha 100 partite in più o la nuova Conference League. Sono tutti elementi che indicano ambizioni sempre più importanti da parte di questi due organismi: non sta a me giudicare le loro strategie.

 DAZN

Il presidente di una Lega Calcio deve proteggere i propri club e il successo del campionato nazionale", sottolinea. "Noi abbiamo le idee abbastanza chiare, che prescindono dal format: la differenza la fanno le date ed è importante riuscire a proteggere il nostro campionato o la qualità delle nostre squadre, che devono essere messe nelle condizioni di competere su scala europea - sottolinea -. Per questo hanno bisogno di infrastrutture, è importante che si valorizzi al massimo il valore mediatico della Serie , che vi sia un sistema di controllo attraverso Figc e la stessa Serie A dei costi, dell'efficienza economica, ma anche patrimoniale - che oggi non c'è - che ritengo una delle condizioni di base per avere un futuro sano".