Da Milanello, il programma del 31 dicembre 2020: allenamento mattutino

Come riportato da acmilan.com, il programma di oggi a Milanello prevede un solo allenamento al mattino. 

di Redazione Il Milanista
Pioli sorveglia l'allenamento di Theo Hernandez e di Saelemaekers.
Le ultime notizie da Milanello

MILANO – Come riportato da acmilan.com, il programma di oggi a Milanello, giovedì 31 dicembre, prevede un solo allenamento al mattino.

Nella giornata di ieri, come di consueto, la sessione è iniziata in palestra, dove i rossoneri hanno svolto l’attivazione muscolare prima di uscire sul centrale per un torello fatto all’interno del cerchio di centrocampo. Successivamente, la squadra è stata divisa in due gruppi che si sono alternati in due diverse stazioni: esercitazioni tecniche nella prima; lavoro atletico focalizzato sulla rapidità nella seconda. Terminata la prima parte, Mister Pioli ha dato il via alla parte tattica, chiusa dalla consueta partitella su campo ridotto.

Stefano Pioli con i suoi calciatori prima di Sassuolo-Milan
Stefano Pioli con i suoi calciatori prima di Sassuolo-Milan

All’orizzonte, infatti, c’è la sfida al Benevento dell’ex Pippo Inzaghi, prevista per il 3 gennaio 2021 alle 18:00 allo stadio “Ciro Vigorito” del capoluogo di provincia campano. “Continuare – ha spiegato Stefano Pioli al Corriere della Sera, identificando l’obiettivo per il suo 2021 – a migliorare. E, sì, tornare in Champions. Il club non ci ha chiesto nulla, non ci vuole dare pressioni, questo io l’ho apprezzato moltissimo. Maldini, Massara, Gazidis ci mettono nelle condizioni di lavoro ideali: sono straordinari. Ma noi abbiamo bene in testa che dobbiamo fare di tutto per riportare il Milan dove deve, cioè in Champions. Manca da troppo tempo, quello è il suo posto. Possiamo farcela. Quello che m’interessa è la crescita. Questa squadra può anche migliorare tanto. La prima volta che sono entrato a Milanello ho sentito qualcosa di magico, un’energia unica. Ma il fatto è che la risento ogni mattina alle 8. So di essere fortunato. E farò di tutto per continuare a meritarmi questa fortuna. Non sono un genio, ma determinato e tenace sì. E curioso. Ho sempre pensato che ci sia da imparare da tutti. Oggi mi sento completo e maturo, come non mai. Ma so che posso fare anche di più. Io sono un uomo normale, non un normal one. Sono semplice, amo esserlo”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy