Cerruti: “Piatek troppo solo, al Milan manca un vero numero 10”

Le parole del giornalista

di Redazione Il Milanista

MILANO – Krzysztof Piatek ha sparato a salve contro l’Inter: il polacco, nell’attesissima stracittadina milanese, non è riuscito a trovare il gol.

A dire il vero, non è riuscito neanche a tirare, sia perché i centrali nerazzurri lo hanno chiuso alla perfezione, sia perché i suoi compagni non lo hanno supportato. A partire dai due esterni, Suso e Calhanolgu. Il polacco è stato lasciato completamente solo al centro dell’attacco e, in casa rossonera, non è la prima volta che accade. Fino a qualche settimana fa, infatti, il problema riguardava Gonzalo Higuain e l’anno scorso è toccato a Kalinic e André Silva. Su MilanNews, ne ha parlato il giornalista Alberto Cerruti.

IL SUO COMMENTO – “Osservando il Milan delle ultime settimane, il sospetto è diventato certezza: qualsiasi centravanti in maglia rossonera è destinato a rischiare l’isolamento. Perché la vera maledizione è quella del numero 10 che in realtà non c’è più, anche se la indossa Calhanoglu. E’ vero che il polacco si è inserito alla perfezione nel Milan, ma nessuno può fare il pistolero senza pallottole. E nel Milan disegnato da Gattuso, che non prevede varianti, chi può smarcare Piatek? Occorre trovare un altro sistema di gioco, magari con un trequartista e due punte. L’importante è capire che questo Milan ha già dato il massimo e per difendere almeno il quarto posto bisogna trovare un’altra formula. Quei 15 palloni toccati da Piatek in 99 minuti sono un campanello d’allarme da non sottovalutare. Perché non si può continuare a sperare nei regali della Roma”.

Intanto, l’occasione è pazzesca: grande affare da Champions per il Milan > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy