news milan

Bernardeschi: “In tre anni abbiamo fatti passi da giganti”

Federico Bernardeschi festeggia la vittoria dell'Europeo

Ecco le parole di Federico Bernardeschi al sito della Federazione Italiana Giuoco Calcio in vista delle finali di UEFA Nations League

Redazione Il Milanista

Al sito ufficiale della FIGC, Federazione Italiana Giuoco Calcio, è intervenuto l'ex giocatore della Fiorentina, oggi alla Juventus, Federico Bernardeschi. Ecco le parole del campione d'Europa azzurro in vista delle finali di Nations League.

Sul rigore segnato in finale contro l'Inghilterra - "Sul dischetto ero sicuro, tranquillo, emozionato. Alla fine è andata tutto bene, l'importante era passare in finale".

Fu quella la gara più difficile del vostro cammino? - "Sicuramente sì. Tutte le partite erano difficili, abbiamo fatto un grandissimo cammino, sia a livello di squadra che di atteggiamento. Contro la Spagna siamo andati più in difficoltà, per il gioco che fanno e per i giocatori di qualità che hanno. Fino a quel momento eravamo riusciti a dominare tutte le partite con il gioco e invece loro ci hanno messo in difficoltà da questo punto di vista".

 Federico Bernardeschi con la Coppa di Euro 2020

Ti aspetti la stessa gara? - "Ogni gara ha una storia a sé, ogni competizione ha una storia a sé. Sarà una semifinale proprio come all'Europeo e noi ci faremo trovare pronti".

Si giocherà la fase finale di questa Nations League in Italia. Sentite una responsabilità in più? - "No, una responsabilità in più no. Il giocare in casa potrà darci una carica in più, quando giochi dinanzi ai tuoi tifosi è tutto più bello. Sarà un'emozione unica e la gente potrà essere orgogliosa di noi per quanto abbiamo fatto".

Quanto sarebbe importante arrivare in fondo e dare continuità dopo la vittoria dell'Europeo? -"Tantissimo, sarebbe fondamentale. E' una bella emozione, sia giocarla che poi chissà... riuscire ad alzare il trofeo magari sarà ancora più bello".

Vi siete fatti una promessa? - "No, dobbiamo fare ciò che sappiamo. Il cammino che abbiamo fatto negli ultimi tre anni va visto dall'inizio, non solo per l'Europeo vinto. Si sono fatti passi da gigante molto importanti".