IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Aleksander Ceferin boccia nuovamente il Mondiale con cadenza biennale

Aleksander Ceferin, presidente della UEFA

Ceferin, presidente della Uefa, in una intervista esclusiva a 'Le Journal du Dimanche' ribadisce la sua contrarietà al Mondiale ogni due anni.

Redazione Il Milanista

Aleksander Ceferin, presidente della Uefa, in una intervista esclusiva a 'Le Journal du Dimanche' ribadisce la sua contrarietà alla proposta della Fifa di un campionato del mondo con cadenza biennale. "l Mondiale ogni due anni? Sono sicuro che non accadrà perché è una totale sciocchezza. Un progetto populista che distruggerebbe il calcio. Va contro tutti i principi del nostro sport, delle Olimpiadi... Non è solo un male per l'Europa".

 L' attacco duro - "È incredibile che un'organizzazione calcistica possa proporre che i giocatori, che già devono sopportare un carico troppo pesante, di giocare ogni estate un torneo della durata di un mese. Possiamo anche immaginare quanto ciò cannibalizzerebbe il calcio femminile? Non sono sicuro che capiscano, ma sono sicuro che sentiranno il rifiuto dei tifosi, delle autorità, dei governi, dell'Unione Europea", ha concluso.

Anche l' attaccante del Paris Saint Germain e  della Francia, Kylian Mbappe  ha trattato l'argomento a margine dei Globe Soccer Awards, a Dubai, dove è stato premiato come miglior giocatore del 2021.  Ecco le parole dell' attaccante ex Monaco. "Il Mondiale è un evento speciale perché si svolge ogni quattro anni. Giocarlo ogni due renderebbe questa competizione normale, il che non dovrebbe avvenire - ha detto il centravanti - È qualcosa di straordinario. È un evento a cui potresti partecipare solo una volta nella vita".

    "Giochiamo già 60 partite all'anno. L'Europeo, il Mondiale, la Lega delle Nazioni... - ha continuato Mbappé - Ci piace giocare ma è troppo. Dobbiamo poter recuperare, fare delle pause. Se la gente vuole qualità, emozione, belle partite, dobbiamo rispettare la salute dei giocatori".

A Dubai è stato premiato anche Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco. E pure lui si è schiarato contro un mondiale con cadenza biennale. "Se vuoi dare ai tifosi qualcosa di diverso, devi prenderti una pausa. Se vogliamo giocare un Mondiale ogni due anni il livello si abbasserà. È impossibile che il corpo e la mente siano efficienti allo stesso livello" ha giudicato.