IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

acmilan.com | Rassegna stampa rossonera del 14 ottobre 2021

La rassegna stampa rossonera di giornata.

Ecco la rassegna stampa rossonera tratta direttamente dal sito del Milan, acmilan.com, di oggi 14 ottobre 2021

Redazione Il Milanista

Milan, la rassegna stampa del 14 ottobre 2021

Con la pubblicazione delle notizie nella rassegna stampa quotidiana, AC Milan non intende in alcun modo avallarne o confermarne la veridicità".

TĂTĂRUŞANU, CHE OCCASIONE (Gazzetta dello Sport)

L'occasione di Tătăruşanu. Con il Verona tocca a lui Dopo gli alti e bassi da vice di Donnarumma, il romeno proverà a farsi strada da titolare. Quando si presentò al Milan, poco più di un anno fa, Ciprian Tătăruşanu prometteva equilibrio: "Posso portarlo perché ho esperienza e questa è una squadra giovane".

IL VACCINO NON È BASTATO (Gazzetta dello Sport)

Al Milan in questi giorni più di una cosa è andata storta, ma Pioli si augura che questa complicazione possa davvero essere risolta in fretta: Theo Hernández è risultato positivo al Covid, nonostante si fosse vaccinato nei mesi scorsi. Aveva tanto desiderato la convocazione di Deschamps ma il viaggio non ha portato fortuna.

L'AGGIUSTATUTTO PIOLI (Gazzetta dello Sport)

Pioli e la prossima mossa: Calabria mancino. Sostituire Theo si può, ma trovare un sostituto all'altezza è quasi impossibile. Ed è qui che entra in gioco la capacità di aggiustatore di Pioli: istinto, intelligenza tattica, conoscenza dei giocatori guidano le sue scelte nell'emergenza, e i risultati sono quasi sempre sorprendenti.

MAIGNAN OPERATO AL POLSO (Corriere dello Sport)

Il portiere ex Lille stava stringendo i denti già da un mese, con una vistosa fasciatura al polso provando a convivere con il fastidio. Fin dopo gli impegni con la nazionale francese il problema si è riacutizzato, così il giocatore insieme al Milan ha deciso di intervenire con l'operazione. In campo fra dieci settimane.

HERNÁNDEZ POSITIVO (Corriere dello Sport)

Dalle parti di Milanello si proverà a reagire sul campo, con la solita caparbietà e determinazione che il gruppo di Pioli mette nei momenti di grande emergenza, ma il doppio colpo per le assenze di Maignan e Theo Hernández è stato forte. In rapida successione out due pilastri della formazione titolare del Milan.

 Theo Hernandez

BALLO-TOURÉ SI CANDIDA (Tuttosport)

Ballo-Touré tornerà oggi a Milanello dopo aver giocato due gare con il Senegal, la seconda martedì in Namibia (21 minuti finali). Se starà bene, potrebbe giocare, anche perché a destra è ormai recuperato Calabria, dopo l'affaticamento nel ritiro azzurro. A meno che Pioli non voglia rischiare Calabria e preferisca schierare all'inizio Kalulu.

TEST PER IBRA (Tuttosport)

C'è chi si ferma, ma anche chi prova a recuperare. Oggi si capirà se Ibrahimović ieri ancora a parte così come Bakayoko potrà sedersi almeno in panchina col Verona, altrimenti l'obiettivo rimarrà la convocazione per il Porto. Prossimo al rientro anche Krunić, col Verona potrebbe rifiatare Kjær.

"BOBAN RESTITUISCA 1,2 MILIONI" (Gazzetta dello Sport)

La Corte d'Appello di Milano ha riformulato la sentenza di primo grado per la causa di Boban contro il Milan, respingendo la domanda per il danno non patrimoniale. Il Milan era stato condannato a pagare 5.375.000 euro, di cui 1.250.000 per danno non patrimoniale: vanno restituiti, oltre ai guadagni da marzo 2020 a fine novembre 2022.

"SU SAN SIRO ORA STRINGIAMO" (Il Giornale)

Martina Riva, 28 anni, ex consigliera nel Municipio 7, è il neo-assessore a Turismo, Sport e Giovani. Sul nuovo stadio: "Il progetto di Milan e Inter è più ampio e coinvolge il quartiere, prima di esprimere una posizione va fatta una riflessione generale, ma ribadisco la volontà di stringere".

JOE JORDAN, LA SFIDA DEI RICORDI (Gazzetta dello Sport)

"Sabato guarderò la partita in televisione. Non me la posso perdere. In campo ci sono i miei ricordi e vedere San Siro è sempre un'emozione". Cosa significa? "Da ragazzo tifavo per il Celtic Glasgow, che in Coppa dei Campioni sfidava Milan e Inter. Nel 1982 ricevetti un'offerta dall'Italia, mi voleva il Milan. Era il posto giusto".