news milan

acmilan.com | Rassegna stampa rossonera del 12 novembre 2021

La rassegna stampa rossonera di giornata.

Milan, la rassegna stampa del 12 novembre 2021 “Con la pubblicazione delle notizie nella rassegna stampa quotidiana, AC Milan non intende in alcun modo avallarne o confermarne la veridicità”. IL SINDACO STRONCA IL REFERENDUM SU SAN...

Redazione Il Milanista

Milan, la rassegna stampa del 12 novembre 2021

"Con la pubblicazione delle notizie nella rassegna stampa quotidiana, AC Milan non intende in alcun modo avallarne o confermarne la veridicità".

IL SINDACO STRONCA IL REFERENDUM SU SAN SIRO (Corriere della Sera)

Il sindaco Beppe Sala è contrario, anzi "radicalmente contrario" al referendum sul nuovo impianto (e sulla demolizione di San Siro). Meglio accontentarsi del dibattito pubblico? Carlo Monguzzi, Verdi, propone una consultazione pubblica sul progetto di Inter e Milan, il sindaco Beppe Sala boccia l'idea.

NO AI RIPENSAMENTI (La Gazzetta dello Sport)

Flash mob del comitato San Siro davanti a Palazzo Marino. Ma il sindaco Sala parte al contrattacco: "Ho portato le società ad accettare le nostre condizioni, non c'è più spazio per ripensamenti. Parte degli oneri di urbanizzazione alle case popolari di San Siro? Sono della Regione. Per i Club la priorità è il nuovo stadio".

TRE DIAVOLI DA 80 MILIONI (La Gazzetta dello Sport)

L'intenzione di estendere il rapporto con il Club, manifestata da Hernández, Bennacer e Leão, è stata apprezzata dalla società. Sono tre giovani talenti, sono legatissimi ai rossoneri: entro fine anno ci saranno i prolungamenti, la strategia sarà quella di rinviare la scadenza degli accordi di altre due stagioni, cioè all'estate del 2026.

FIRME IN ARRIVO (Corriere dello Sport)

Bennacer guadagna 1,5 milioni di euro e ha un legame fino al 2024, presto potrebbe firmare fino al 2026 raddoppiando il salario. Stessa mossa che il Club intende effettuare per Hernández. Il Milan ha fiducia per un allungamento del contratto dal 2024 al 2026, anche lui con il raddoppio dell'ingaggio più bonus.

KJÆR: "IL MILAN È IL TOP" (Tuttosport)

Sono parole al miele quelle che Simon Kjær pronuncia nei confronti del Milan dalle colonne del quotidiano danese BT: "Non c'è nessun posto dove preferirei essere. Per molti anni ho cercato di vedere se fosse possibile arrivare al Milan. Ci sono molte cose che rendono il Milan il Club dei sogni".

TRE OPZIONI IN PIÙ (Tuttosport)

Alla ripresa degli allenamenti Messias ha lavorato col gruppo e dunque adesso proverà a dare il via alla sua avventura in rossonero. Se lo augura anche Pioli, per lui un'alternativa in più in avanti. Messias in attacco, Florenzi sulla fascia e Bakayoko a centrocampo: tre opzioni in più, tre acquisti di... novembre.

LA SVEZIA AFFONDA CON IBRA (La Gazzetta dello Sport)

Svezia, che crollo, Ibrahimović non basta: gran colpo della Georgia che vince 2-0. Il milanista gioca 90', ha solo due occasioni e si muove poco. Il CT svedese Jan Andersson, che fece fuori l'Italia nel playoff 2017, ha deciso di giocarsi subito la carta Ibrahimović, tornato in gialloblù dopo quasi otto mesi.

STELLINA GRECA PER IL MILAN (Tuttosport)

Nelle ultime settimane, osservatori del Milan sono stati notati dalla stampa greca a seguire le partite del Panathinaikos. Nel mirino c'è il centrocampista classe 2001 Sotirios Alexandropoulos, nove presenze con un gol e un assist in questa stagione con il Club di Atene e già nel giro della prima Nazionale ellenica.

IL REFETTORIO AMBROSIANO E LE GIOVANILI ROSSONERE (Avvenire)

A servire la cena agli ospiti del Refettorio Ambrosiano della Caritas, lunedì prossimo, saranno dodici giovani dei settori giovanili di Inter, Milan, Monza, Olimpia Milano, Powervolley e RugbyParabiago: servire gli altri è un atteggiamento da campioni, ecco come fare squadra anche fuori dal campo.

PACE FRA GHALI E SALVINI (Il Giornale)

Pace fatta Ghali-Salvini. Le "Iene" portano in TV la pace tra Ghali e Salvini dopo il diverbio durante il Derby Milan-Inter. Il cantante ha firmato una maglietta della nazionale tunisina con i nomi di entrambi e Salvini che era in Calabria l'ha indossata: "La darò a mio figlio, pace fatta".