Milano e i continui ribaltoni: quando ride una parte, piange l’altra

Le due facce opposte di Milano: quando una sponda ride, l’altra piange.

di Redazione Il Milanista

Milan-Inter e i continui ribaltoni

milan-inter-san-siro

MILANO – Riavvolgiamo il nastro a domenica sera alle 20:00. Sono appena state rese note le formazioni ufficiali del derby, le quali confermano, in un modo o nell’altro, i favori del pronostico dalla parte del Milan, rilanciato nelle ambizioni e nell’entusiasmo da una serie di risultati positivi e dal terzo posto, a più uno proprio sui cugini nerazzurri, afflitti, al contrario, da infortuni e casi (Icardi in primis) che ne stanno minando le certezze di inizio stagione.

Alle 23:00, come nelle più classiche delle favole, si è tutto ribaltato. Il Milan esce sconfitto dalla battaglia contro l’Inter, apparsa improvvisamente vogliosa e organizzata, in grado di demolire il piano di gioco avversario grazie allo spostamento (qualche metro più avanti, neanche tanto insomma) del mister Garra Charrua Vecino; Lautaro e Co. sono riusciti nella partita perfetta, imbrigliando le fonti di gioco principali del Milan e limitandone il bomber Piatek, grazie ai due mostruosi centrali nerazzurri. I rossoneri, dal canto loro, non hanno fatto abbastanza per vincere: bene il cuore, bene la voglia, ma solo quella del secondo tempo, perché, nella prima frazione, la squadra è stata francamente irriconoscibile.

Okay, Milano è stronza: quando ride una parte, piange l’altra. E il derby l’ha, ancora una volta, confermato. Cosa accadrà tra due settimane? Intanto, l’occasione è pazzesca: grande affare da Champions per il Milan > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy