IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan 1-3 Juventus, il peggiore in campo: Theo incenerito

Federico Chiesa della Juventus fronteggia Theo Hernandez, terzino del Milan

Il peggiore in campo fra i rossoneri della sfida tra Milan e Juventus è Theo Hernandez.

Redazione Il Milanista

Milan 1-3 Juventus, il peggiore in campo è Theo Hernandez

MILANO - Il peggiore in campo fra i rossoneri della sfida tra Milan e Juventus,valida per la 16esima giornata del campionato di Serie A e vinta per 1 a 3 dai bianconeri, con una doppietta di Federico Chiesa al 18esimo e al 62esimo, inframmezzata dal momentaneo pareggio rossonero di Davide Calabria al 41esimo e incorniciata dal definitivo terzo goal bianconero firmato al 76esimo da Weston McKennie, è Theo Hernandez.

Il terzino rossonero di solito incenerisce gli avversari, ma stavolta è stato incenerito. Disattento sul primo goal di Chiesa, con il 22 bianconero che gli scappa alle spalle in seguito ad un uno-due senza che il 19 rossonero lo segua; poco cattivo sul secondo goal dell'ex Fiorentina: Chiesa lo fronteggia e lo fulmina col sinistro, senza che né Theo né Romagnoli abbiano opposto l'opportuna resistenza. In fase offensiva si è visto qualcosa, ma non come al solito. Può succedere.

 Il secondo goal di Chiesa. al Milan: l'esterno della Juventus sfrutta gli errori di Theo Hernandez e di Romagnoli

 "La partita - ha spiegato Stefano Pioli ai microfoni di SkySportnel post partita - è stata equilibrata, in alcuni momenti hanno fatto meglio di noi, così come noi abbiamo fatto meglio in altri momenti. Il 2-1 ha indirizzato la gara. In qualche situazione difensiva si poteva fare meglio, non siamo riusciti a sfruttare qualche recupero alto nel primo tempo. L'episodio del 2-1 ha cambiato l'inerzia della partita e poi non siamo più riusciti a riprenderla. Sette assenze sono tante, non abbiamo perso l'identità. Gli episodi e la qualità degli avversari hanno fatto la differenza. Sul 2-1 stavamo forse tenendo meglio il campo di loro. Giochiamo ogni singola partita con convinzione, mi auguro di ritornare ad avere più possibilità di scelta e certi giocatori importanti. Il fatto di aver mantenuto l'intensità senza certi giocatori ci deve dare grande convinzione". >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Potresti esserti perso