Gattuso: “Sono soddisfatto. Suso? Vogliamo cambiare stile di gioco. Su Leonardo…”

Gattuso: “Sono soddisfatto. Suso? Vogliamo cambiare stile di gioco. Su Leonardo…”

Le parole di Gattuso in conferenza stampa.

di Redazione Il Milanista

Le parole di Gattuso in conferenza stampa

Rino Gattuso, allenatore del Milan, in conferenza stampa.
Rino Gattuso, allenatore del Milan, in conferenza stampa.

MILANO Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha parlato in conferenza stampa nel post partita del match della ICC 2018 tra i rossoneri e il Manchester United, vinto ai rigori dalla squadra di Mourinho dopo l’1 a 1 dei tempi regolamentari.

COMMENTO AL MATCH:  “I carichi di lavoro sono stati importanti. Mi aspettavo qualcosa di meno, sono contento della prestazione. Mi è piaciuta la mentalità dei giovani, abbiamo iniziato a giocare spesso dal basso. Sono molto soddisfatto.“Mi è piaciuto quasi tutto. Allo United mancavano diversi giocatori importanti, ma noi siamo giovani, dobbiamo continuare così. Certamente siamo stati avvantaggiati dall’assenza di alcuni giocatori del Manchester”.

COLLOQUIO CON SCARONI: “Mi fa ridere questa storia. Io sono tranquillo, sono contento della chiamata del presidente, ma io la tranquillità la trovo nel lavoro quotidiano. Io comunque non mi fascio la testa prima di averla rotta”.

REINA: “Non lo scopro oggi, ha grande esperienza. Può darci tanto sia dentro che fuori dal campo. Anche Gigio ha fatto bene oggi. Abbiamo tante partite, ora vediamo se rimarremo così o se troveremo una soluzione”.

MUSACCHIO: “Ho grande fiducia in lui. Anche l’anno scorso ho fatto spesso il suo nome, meritava anche di giocare di più. È un giocatore su cui farò molto affidamento. Sarà un giocatore importante per noi”.

LEONARDO: “Ho avuto la possibilità, ad oggi, di averlo da compagno di squadra, da allenatore, da dirigente ed ora da dirigente dell’area sportiva. Non mi sono fatto mancare nulla. Penso di essere uno dei pochi esseri umano che l’ha avuto in tutte le vesti. Da parte mia c’è grande rispetto del professionista e dell’uomo. In passato ho avuto io da ridire con lui, ma ci siamo chiariti un po’ di anni fa. Penso che in questo momento la priorità non è il mio rapporto con Leonardo, ma riportare il Milan dove merita con lavoro, impegno e professionalità”.

CR7 ALLA JUVE: “Il suo arrivo nel sistema calcio italiano è da non sottovalutare, è un qualcosa di importante per noi. Era da un po’ di anni che non arrivava un campione di prima fascia. Veniamo da anni molto difficili, economicamente e calcisticamente, lo dimostra l’Italia fuori dai Mondiali. Spero che abbia riaperto una frontiera, con i campioni che non vanno solo in Inghilterra o in Spagna, ma che tornino anche in Italia”.

SUSO: “E’ da 15-20 giorni che cerchiamo qualcosa di diverso, che cerchiamo la profondità, basta vedere il gol di oggi. Se riesce ad aggiungere la qualità al cambiamento del suo stile di gioco, anche senza palla, può fare la seconda punta senza problemi. E’ bravo, ha forza sulla gambe. Se riesce a fare qualcosa di nuovo, ed a lavorare su quanto gli stiamo proponendo con lo staff, può diventare un valore aggiunto”.

BACCA: “Non ho nessun problema con lui. Non l’ho mai allenato, ha un contratto con il Milan, il 31 sarà a Milanello dove c’è gente del mio staff che lo aspetta. So che lui vuole giocare ancora in Spagna. Ci sono delle regole da rispettare e voglia di restare, io non obbligo nessuno a rimanere. Quando tornerò in Italia parlerò con lui e vediamo. Se vuole rimanere bene, altrimenti meglio che vada via”.

Intanto, è accordo sull’ingaggio tra il Milan e Higuain: ecco i dettagli > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy