Gasperini: “Oggi sono un tifoso sfegatato di Gattuso”

Le parole del tecnico al Corriere dello Sport

di Redazione Il Milanista

Giampiero Gasperini ha parlato al Corriere dello Sport.

 

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Ecco le sue parole: “Se mi avessero chiesto tre mesi fa se l’Atalanta giocasse per la Champions League, avrei rispedito la questione al mittente. E mi sarei indispettito. A sette giornate dalla fine ci siamo, dobbiamo esserci. Perchè ce la faremo a qualificarci in Champions? Perchè non abbiamo pressioni. Perchè non ce la faremo? Lottiamo contro corazzate. Se Milan-Lazio, però, finisse pari ad esempio, si rimescolerebbero ancora le carte. Atalanta a vita? Ho un contratto, sto benone, cosa dovrei risponderle? Non ha senso. Oggi non faccio più mutui. Il futuro è l’Empoli lunedì, poi la Fiorentina e la finale di Coppa Italia. Il mio step è il 15 maggio. Inutile pensare a cosa accadrà tra due mesi, quattro o dieci. Il nuovo Gasperini? Mi vengono in mente De Zerbi e Inzaghi. Simone? Anche Pippo, ma dalla sera alla mattina cambia il mondo. Oggi sono un tifoso sfegatato di Gattuso. E lo sa perché? Gliene hanno dette di ogni tipo, vituperando il suo lavoro, così l’ho adottato. Un suo risultato mi rende felice come se fosse il mio. A livello tattico il Milan lo ha creato lui, si vede che ha quei colori tatuati sulla pelle”.

Intanto, si chiude il doppio scambio: ecco i primi due colpi del Milan > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy