ESCLUSIVA – Cravero: “Milan in lenta ripresa, ma ho visto certezze. Su Bennacer…”

ESCLUSIVA – Cravero: “Milan in lenta ripresa, ma ho visto certezze. Su Bennacer…”

Le parole, in esclusiva ai microfoni de ilMilanista.it, di Roberto Cravero, ex calciatore e attuale commentatore tecnico per DAZN.

di Redazione Il Milanista

di ANTONELLO GIOIA

Milan, intervista esclusiva a Cravero

MILANO – Roberto Cravero, ex calciatore di Torino e Lazio a cavallo tra gli anni ottanta e novanta e attuale commentatore tecnico per DAZN, si è così espresso in un’intervista esclusiva ai microfoni de ilMilanista.it, soffermandosi sull’inizio di stagione del Milan.

SUL MOMENTO DEL MILAN: “Contro il Brescia ho visto un Milan in lenta ripresa, una prestazione sufficiente; dopo la partita di Udine, comunque, non era facile recuperare, nonostante si potesse fare sicuramente di più. In questo momento era importante per i rossoneri prendersi i tre punti”.

SU DONNARUMMA: “Se parliamo di fuoriclasse è lui l’unico presente in rosa – confrontando quest’ultima con gli anni d’oro dei rossoneri – ma a livello di certezze ce ne sono già diverse: da Kessie a capitan Romagnoli, passando per Bennacer. In questo momento ho visto dei giocatori che stanno bene, è mancato qualcosa là davanti; l’acquisto di Rebic potrebbe dare molto all’attacco del Milan”.

SU BENNACER: “Diventa difficile giudicare un giocatore con poche partite giocate, ma ha dalla sua parte qualità, età e ampi margini di miglioramento. Mi è piaciuto molto contro il Brescia: ha giocato una gara intelligente, molto tattica, giocando il pallone quasi sempre di prima, non cercando l’applauso ma la sostanza. Mi è piaciuto molto il suo approccio mentale alla partita”.

SU PAQUETA’: “Giampaolo è stato chiaro: Paquetà lo vede come centrocampista, in modo che ce ne sia uno portato ad attaccare; importante che, comunque, il brasiliano abbia dimostrato di saper giocare anche da trequartista, nonostante – ripeto – Giampaolo lo veda come centrocampista di sinistra, alternato con Calhanoglu o Bonaventura”.

SU REBIC: “Può fare l’esterno a sinistra in un 4-3-3 e la seconda punta, non il trequartista; lo vedo come uomo di fianco a Piatek con Suso, o chi per lui, alle sue spalle”.

SULLA SERIE A: “Juventus, Napoli e Inter faranno un campionato a parte. Roma, Lazio, Milan, Torino e Atalanta se la giocheranno per il quarto posto. Biancocelesti favoriti? Difficile dirlo dopo due giornate di campionato… Guardando la classifica, in questo momento, quella messa meglio è il Torino, che ne ha vinte due, di cui una in casa dell’Atalanta, ma siamo solo all’inizio”. CLICCA QUI>Intanto, Boban piazza il colpo: ecco il primo acquisto di gennaio! 

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy