ESCLUSIVA – Ielpo: “Maldini e Boban i più adatti al ruolo dirigenziale, su Donnarumma…”

ESCLUSIVA – Ielpo: “Maldini e Boban i più adatti al ruolo dirigenziale, su Donnarumma…”

Le parole, in esclusiva ai microfoni de ilMilanista.it, di Mario Ielpo, ex portiere del Milan.

di Redazione Il Milanista

Esclusiva

di ANTONELLO GIOIA

Milan, parla Ielpo

donnarumma

MILANO – In occasione del suo compleanno, i microfoni de ilMilanista.it hanno raggiunto in esclusiva Mario Ielpo, portiere del Milan dal 1993 al 1996, il quale si è soffermato con noi su alcuni temi legati all’attualità rossonera.

SU GIAMPAOLO: “Nello scenario di allenatori papabili si è scelto il migliore, perché ha idee innovative ma non troppo, ha già abbastanza esperienza e non è alla prime armi. Non potendo andare a prendere le stelle del firmamento mondiale, Giampaolo mi sembra un’ottima scelta”.

SULLA NUOVA SERIE A: “Sarri e Conte sono all’apice della loro carriera, Giampaolo si deve ancora affermare. I primi vanno in posti, però, nei quali non è sicuro che possano esprimersi al 100 per cento: la Juve è bonipertiamente concreta, quindi con una mentalità differente da quella del tecnico ex Napoli; Conte va dai suoi ‘nemici’ di Calciopoli e vedremo come riuscirà ad adattarsi. Giampaolo, dal canto suo, comincia a fari spenti e può sorprendere”.

SU PLIZZARI: “Non l’ho ancora visto dal vivo, ma solo in TV al Mondiale U20. Tutti ne parlavano bene già da prima di questa rassegna irridata, anche se mi sembra ancora un po’ grezzo, bisogna smussare alcune incertezze di gioventù. Sta parando tutti i rigori, ha un intuito incredibile e un fisico un po’ più ‘normale’ rispetto a Donnarumma, quindi è un po’ più coordinato. Avrà un grande avvenire, ma se sarà un bravo portiere o un campione solo il tempo lo dirà”.

SUI TRE PORTIERI DEL MILAN: “Il problema è che la decisione sui tre portieri non verrà presa solo per questioni tecniche, ma anche per ragioni di bilancio. Se potessi scegliere io dal punto di vista tecnico, terrei Donnarumma e Reina e manderei Plizzari in prestito per un paio d’anni. In questo momento, il Milan non può affidarsi a Plizzari: i miracoli non ci sono sempre, già con il baby Gigio è andata bene…”

SU DONNARUMMA: “E’ diventato più concreto e costante, un po’ meno svolazzante e questo gli ha portato tranquillità. Secondo me questa è la strada per farlo rendere al meglio: deve stare più vicino alla porta, senza impegnarsi troppo con i piedi; da portiere ha doti incredibili e serve questo”.

SUI RINFORZI: “Di registi qualcosa c’è, anche se non so cosa si farà con Biglia… Praet sta giocando anche in quel ruolo. Mezza punta? C’è Paquetà, ma anche Suso; considerando il 4-3-1-2 di Giampaolo, lo spagnolo dovrà fare la seconda punta, come giocatore di fantasia che svari su tutto il campo. In quel ruolo o arriva qualcuno di veramente importante o i giocatori già ci sono…”

SU MALDINI-BOBAN: “Ho giocato con Maldini fino a 5 minuti fa in un doppio a tennis; lui ha vinto il torneo e la sua era davvero una buona coppia (ride, ndr). Al di là delle battute, tra i rossoneri con cui ho giocato Paolo e Zvonimir erano i più dotati per far qualcosa al di fuori del campo. Il fatto che ad oggi potrebbero esserci loro in società è solo un bene per il Milan”.CLICCA QUI >Intanto, arriva l’annuncio ufficiale: “Lascia il Milan”

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy