Galliani: “Al gol di Zapata sono diventato pazzo e anche Berlusconi era entusiasta”

L’ex Ad rossonero: “Non gufiamo la squadra solo perché abbiamo venduto, i sentimenti non si misurano in base alle cariche”

di Redazione Il Milanista

MILANO – Sarà stato di certo un derby molto particolare per l’ex amministratore delegato del Milan Adriano Galliani: dopo tanto tempo, dopo ben 30 anni, Galliani lo ha vissuto solamente da tifoso rossonero e lontano dallo stadio. Ma, evidentemente, le emozioni sono state intense come sempre e le sue parole al Corriere della Sera lo confermano: “Il gol di Zapata? Ho festeggiato lo stesso, sono diventato pazzo. Mica ho smesso di tifare perché sono uscito dall’organigramma. Come ero appassionato dell’Armani quando ero nel consiglio, e tale sono rimasto, così è per il Milan. I sentimenti non si misurano in base alle cariche. Ho sentito il presidente Berlusconi, era entusiasta anche lui. Sbaglia chi pensa che siccome abbiamo venduto gufiamo la squadra: siamo sempre innamorati. Non avremmo mai meritato di perdere, specie per come avevamo iniziato la gara. Ne ho appena parlato con Montella che mi ha chiamato. L’Inter si lamenta del gol incassato nell’extra-time ma anche noi a Torino con la Juve abbiamo perso al 97’. Ho telefonato a Fassone, con cui i rapporti sono rimasti eccellenti. Tornerò a San Siro, magari già domenica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy