Brocchi: “Il lavoro fatto con Cutrone è quello fatto con tutti i giovani”

L’ex mediano di Milan e Lazio ha parlato della Primavera del Milan e della sua nuova esperienza

di Redazione Il Milanista

MILANO – Oggi è l’assistente di Fabio Capello al Jiangsu Suning, Cristian Brocchi è intervenuto a TMW Radio e ha parlato di Milan, Cutrone, Primavera e della sua esperienza.

È impressionato da Cutrone? – “Sono molto soddisfatto di lui, un ragazzo che ho cresciuto calcisticamente. È stato molto bello vedere che ha sfruttato l’occasione a sua disposizione”.

Chi le ricorda? – “Non riesco a fare dei paragoni, ogni giocatore ha caratteristiche proprie. Penso che sia un giocatore che ha una grandissima fame di gol e un grandissima voglia di fare”.

Grande fiducia da parte del Milan che l’ha tolto di fatto dal mercato – “Sì, così da realizzare quello che è l’obiettivo del settore giovanile: preparare giocatori per la prima squadra. Basta guardare Locatelli, Donnarumma e Calabria”.

Su cosa ha lavorato con Cutrone e sui ragazzi del settore giovanile? – “Il lavoro fatto con Cutrone è quello fatto con tutti i giovani, insegnare a giocare imponendo il loro gioco a viso aperto in tutte le partite, pensando più al lungo che al breve termine”.

La sorprende la questione Keita? – “No, più che sorprendere sta infastidendo tutto l’ambiente. Non penso che la società meriti questo atteggiamento, non c’è riconoscenza per il club che ha puntato su di lui, ma neanche lui merita questa situazione: così ci perdono entrambi”.

Come va la sua esperienza? – “Molto bene, arrivavamo in una situazione difficile ma ora stiamo andando bene, sono molto contento della scelta fatta”.

 

SEGUICI SU TELEGRAM: CLICCA QUI!

 

Ilmilanista.it

 

4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy