Albertini: “Se non si fosse chiusa sarebbe stato imbarazzante. Tornare? Fassone ha il mio numero”

La bandiera rossonera ha commentato la chiusura della trattativa tra Yonghong Li e Fininvest

di Redazione Il Milanista

MILANO – Demetrio Albertini ha detto la sua sulla chiusura dell’infinita trattativa tra Fininvest e i nuovi proprietari cinesi del Milan. La bandiera rossonera è intervenuta a “Tutti convocati”, trasmissione in onda su Radio 24, commentando cosi: “E’ stata una trattativa lunga e quindi si aspettava solo l’ufficialità, se non si fosse chiusa sarebbe stato davvero imbarazzante, abbiamo avuto modo di metabolizzare il tutto. Ringrazio il presidente e la dirigenza per quello che hanno fatto, adesso c’è curiosità per vedere quale sarà il futuro del Milan. Quando si chiude una storia si è divisi, negli ultimi tre/quattro anni i tifosi non sono stati contenti. Molto dipenderà dalla campagna acquisti e dalle partite, l’augurio è che vengano ripetute le vittorie di Berlusconi, ma nello sport non è detto che le vittorie possano arrivare velocemente. Futuro al Milan come bandiera? Ho sempre detto che il mio sogno è tornare al Milan ma non tutti i sogni si avverano. Fassone ha il mio numero di telefono e ci siamo incrociati spesso, è lui che deve prendere le decisioni per il bene del Milan” E intanto i social si scatenano contro il nuovo presidente – CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy