SOCIAL – Balotelli risponde al capo ultras dell’Hellas

SOCIAL – Balotelli risponde al capo ultras dell’Hellas

Ecco la storia dell’ex Milan

di Redazione Il Milanista

MILANO – In molti speravano che quanto successo ieri al Bentegodi potesse essere solo una brutta piccola pagina, ma così non è stato. Infatti il Capo Ultras del Verona Luca Castellini ha rilasciato un’intervista all’emittente veneta Radio Cafè, durante la quale ha parlato dell’episodio capitato ieri  durante Hellas-Brescia.

Buttarli fuori? Assolutamente no, questi ululati sono di quattro persone che sono stati sentiti solo da chi ha fatto il video, Balotelli li ha sentiti nella sua testa. Lui ha deciso, spinto secondo me da qualcuno e qualcosa, di fare quella pagliacciata e a lanciare il pallone in curva. Vedrete che la curva di Verona non sarà sanzionata. Balotelli l’anno prossimo non giocherà più a calcio, andrà in tv a fare la primadonna dell’antirazzismo. Appena era sotto la curva del Verona, ha deciso di farlo. Si infastidisce perché gli cantiamo Mario Mario e gli girano i coglioni, noi gliel’abbiamo messa in quel posto e ha fatto quella pagliacciata. Lui non ha sentito niente, come il commentatore di Sky né quelli a bordo campo. Balotelli ha gli euro nel cervello, lui vuole infamare e sfruttare Verona per il suo tornaconto. Noi un giocatore di colore, forte, lo abbiamo e ha deciso la partita ieri. Ci sono problemi a dire la parola negro? Mi viene a prendere la Commissione Segre perché chiamo uno negro? Mi vengono a suonare il campanello? Voi lo dite che negro non va bene. Mentana non ha sentito un cazzo, ha fatto il suo pezzo e via andare. Noi abbiamo una cultura identitaria di un certo tipo, siamo una tifoseria dissacrante, che prende per il culo il giocatore pelato, quello con i capelli lunghi, il meridionale e quello di colore. Non lo fa con istinti politici o razzisti. Le quattro mila persone in curva a Verona vanno allo stadio, non in piazza a prendere a calci in culo i neri. È la verità. Questo è folclore, è insulto al prossimo. Ieri razzismo non c’è stato. Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza, ma non potrà mai essere del tutto italiano. Quando vedo la nazionale francese con tutti neri, per me non è la nazionale francese“. Naturalmente è arrivata, via social, la risposta di SuperMario a Luca Castellini già coordinatore di Forza Nuova per il Nord Italia: “Capo ultras del Verona.. Castellini. Qua amici miei non c’entra più il calcio.. State insinuando a situazioni sociali e storiche più grandi di voi, piccoli esseri”.  E poi aggiunge: “Qua state impazzendo.. Svegliatevi ignoranti siete la rovina”. E per concludere: “Però quando Mario faceva e vi garantisco farà gol per l’Italia vi sta bene vero?

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy