Notizie Milan – Pioli: “Non sarà un partita semplice domani”

Notizie Milan – Pioli: “Non sarà un partita semplice domani”

Il tecnico del Milan ha parlato in conferenza stampa della partita che attende domani i rossoneri, sul campo del Tardini di Parma

di Redazione Il Milanista

ULTIME NOTIZIE MILAN

Stefano Pioli ha parlato ai giornalisti, nella consueta conferenza stampa prima del prossimo impegno di campionato.

 

MILANO – Stefano Pioli si è presentato in conferenza stampa in occasione della prossima partita del Milan, in trasferta a Parma. Ecco le sue parole.

Cosa ci dice della cena di squadra?

«Noi lavoriamo giornalmente per diventare gruppo e squadra. La cena dell’altra sera va vista in quest’ottica».

Cosa si aspetta da Parma-Milan?

«Non sarà un partita semplice, il Parma è un ottima squadra, gioca con efficacia sia offensiva che difensiva importanti, noi dobbiamo aumentare la qualità tecnica, non solo in fase realizzativa. Dobbiamo alzare la qualità delle nostre giocate.

Vede il fuoco da chi entra in gara in corso?

«hi scende in campo dall’inizio deve dare tutto, avere il fuoco dentro. Questo vale anche per chi subentra. Dobbiamo aggiungere legna ardente se vogliamo fare un grande fuoco. Bisogna dare l?anima in campo per raggiungere i nostri obiettivi».

Parma-Milan pesa più delle altre?

«Nel corso del campionato ci sono sempre partite che pensano di più dei soliti 3 punti, ma noi dobbiamo cercarci le nostre opportunità, perchè queste non vengono a cercare noi. Sappiamo bene quello che dobbiamo fare e come farlo.

Piatek e Leao sono condizionati dal mercato?

«Ad essere sincero non so se Piatek e LEao leggano i quotidiani sportivi. Io questa situazione nello spogliatoio non la vedo, i raggazzi sono concentrati sul lavoro. Per il mercato di gennaio c’è tempo».

Domani torna nella sua Parma

«Io sono parmigiano al 100%, è la mia città. Dove sono cresciuto come uomo e come calciatore. Da allenatore sono andato lì nel momento sbagliato, c’erano molti problemi societari. Ora però penso solo al Milan».

Obiettivo Champions?

«Noi pensiamo a domani, alla partita contro il Parma. Conosciamo la nostra posizione in classifica, siamo concentrati su di noi e su cosa dobbiamo fare».

Qual’è la posizione in campo di Bonaventura?

«Bonaventura è un giocatore forte ed intelligente, e i calciatori come lui possono giocare in qualunque posizione. Sono nella condizione di poter scegliere e questo mi rende felice. Jack ci può dare una mano ad alzare la cifra tecnica, mi ha dato disponibilità totale».

Come valuta Piatek?

«Piatek Sta giocando bene, riempie l’area. Le sue prestazione sono buone, gli è mancato il goal, non sfruttato alcune occasioni, ma può fare meglio. Così come tutti gli altri.

Domani parte dall’inizio?

«Chi gioca titolare lo saprete domani, sono tutti disponibili tranne Paquetà e Duarte. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare Duarte, che da quando sono arrivato si è allenato e ha giocato su un problema fisico. Spero che torni il prima possibile perchè abbiamo bisogno di atteggiamenti come il suo. Paquetà non ha recuperato dall’infortunio di inizio settimana».

E’ possibile infilare più vittorie consecutive?

«I giocatori in allenamento stanno dimostrando l’atteggiamento giusto e sono contento. Noi dobbiamo pensare alla partita di domani».

Come stanno Caldara e Gabbia?

«Caldara sta bene ma non benissimo, tra mezzora giocherà con la Primavera per aumentare ritmo e intensità. Gabbia aspetta la sua opportunità, ha fatto bene in Under 21».

Come si sta allenando Leao?

«Leao non è un attaccante d’area, ma ha altre importanti caratteristiche, ha le possibilità di diventare un calciatore importante, deve fare di più».

In che senso bisogna migliorare l’efficienza?

«Contro il Napoli abbiamo rischiato su passaggi semplici, Domani incontriamo un avversario che sa sfruttare queste situazioni, noi dobbiamo migliorare la qualità. Abbiamo fatto pochi goal rispetto ai tiri che facciamo, domani chi ha la palla, se ci muoviamo bene sul campo, avrà delle buone soluzioni».

Soffrite anche voi per l’assenza dalle coppe?

«Noi siamo il Milan, l’Europa è la cada del Milan. Quello è il nostro obiettivo, ma parlarne adesso non ha senso. Se vogliamo raggiungere l’Europa dobbiamo correre e giocare dal 1′. Dobbiamo alzare il nostro livello, non sarà facile ma dobbiamo andare a cercare le nostre opportunità».

Rodriguez può giocare da centrale?

«Anche lui sta stringendo i denti. nonostante questo ha dato la sua disponibilità, certamente può essere un’alternativa anche da centrale. Sa costruire da dietro e leggere situazioni importanti».

Pioli, cosa vede in questa squadra?

«Voglio riportare il lavoro settimanale  in partita. Alcune cose le stiamo facendo, altre no. Ci manca ancora qualcosa, ma le partite perfette non esistono. Il nostro è un mestiere particolare, non c’è mai pazienza o tempo da aspettare, dobbiamo forzare i nostri tempi. In un club come questo contano sia il bel gioco che i risultati».

Termina qui la conferenza di Stefano Pioli.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy