Milan preoccupato, Rodriguez bocciato in Cina

L’amichevole contro il Borussia Dortmund ha messo a nudo le debolezze del terzino del Milan, ancora in ritardo di condizione e sovrastato da Dembelè

di Redazione Il Milanista

MILANO – La prima amichevole dei rossoneri contro il Borussia Dortmund in Cina, nell’International Champions Cup, ha messo a nudo tutte le fragilità di Ricardo Rodriguez, ancora in ritardo di condizione in una prestazione lontana dalle aspettative.

La fascia sinistra continua così ad essere un problema per il Milan. L’arrivo del laterale svizzero dal Wolfsburg, già confezionato nei primi giorni di giugno, sembrava potesse rappresentare una prima chiave di svolta. E invece il campo, almeno nel primo approccio nell’amichevole, ha dimostrato il contrario.

A sinistra, nella difesa a quattro schierata da Montella, Rodriguez si è ritrovato a dover fronteggiare troppe volte Dembelé, che lo ha sovrastato completamente nell’uno contro uno. Il terzino è parso lento e troppo impacciato. E il Milan comincia così ad abbassare la cresta.rodriguez-ilmilanista

 Rodriguez non convince, prestazione flop

Rodriguez è stata una delle primissime scelte del mercato rossonero. Piace a Montella, ritenuto perfetto per la fase di spinta. Ma se i suoi cross hanno portato il Milan a puntare su di lui, la fiducia crolla quando si parla della fase difensiva: lì sorgono problemi enormi.

Forse sarà destino: la fascia sinistra dei rossoneri negli ultimi anni è sempre stata inaffidabile. Lì le squadre avversarie hanno potuto agire a loro piacimento: fra Calabria, De Sciglio e Antonelli, ma anche la meteora Vangioni, nessun tecnico è mai riuscito a far quadrare la situazione, a creare stabilità.

E così anche ora, contro il Borussia Dortmund è stato tutto confermato: Dembelé ha beffato l’avversario rossonero con continui tagli alle spalle. Rodriguez è stato il peggiore in campo in un Milan comunque ancora troppo lontano da quello che probabilmente si vedrà durante la stagione, quando si inizierà a fare sul serio.

Ma la speranza è l’ultima a morire, anche in casa Milan: Fassone e Mirabelli sperano che il ragazzo, considerato uno dei migliori al mondo nel ruolo, torni dimostrare il suo valore come negli anni vissuti in Germania. La stagione vera e propria ancora deve iniziare.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy