Milan agguerrito: blitz per Biglia e Keita

Milan agguerrito: blitz per Biglia e Keita

I dirigenti rossoneri vogliono iniziare la prossima stagione alla grande: a sorpresa volano a Roma non solo per insistere sull’attaccante biancoceleste, nel mirino anche della Juve, ma per portare a Milano anche il capitano Lucas Biglia

di Redazione Il Milanista

 

 

Di Delia Paciello

MILANO – Il nuovo Milan ha le idee chiare e continua incessantemente la sua corsa in salita verso il vertice: l’obiettivo già dalla prossima stagione è tornare grandi. E infatti, appena conquistata l’Europa League sul campo, ci si muove velocemente sul fronte calciomercato: ieri mattina all’alba già spunta il primo acquisto rossonero, Musacchio, che è comparso alla clinica La Madonnina, in centro a Milano, per effettuare le visite mediche.

Il difensore argentino è oggi già a Milanello e firmerà in giornata un contratto che lo legherà ai coloro rossoneri per quattro anni: è il primo rinforzo ufficiale del nuovo corso, punto saldo della futura retroguardia milanista.

mirabelli-fassone

Ma la vera novità di giornata è stato il blitz a Roma della coppia Fassone e Mirabelli. Una missione con doppio obiettivo: Keita e, a sorpresa, anche Biglia. Nuovo obiettivo quindi per il centrocampo rossonero, oltre a Fabregas e Luiz Gustavo. E probabilmente i dirigenti milanisti hanno voluto stringere i tempi per la visita a Roma anche per anticipare la Juventus, ultimamente molto attiva sull’attaccante biancoceleste.

 

Biglia-lazio

Il pericolo Juventus

 

Infatti, mentre Biglia ha invitato i rossoneri a parlare direttamente con Lotito, deciso in questi mesi a trattenere a peso d’oro il centrocampista a Roma, su Keita è decisa anche la Juve: “È un giocatore di grande spessore, considerate età e qualità – ha confessato l’ad bianconero Beppe Marottae siamo interessati. Bisogna però valutare prima i giovani già di nostra proprietà. E comunque non è scattata ancora alcuna trattativa”.

Marotta

In realtà bianconeri stanno pensando addirittura di aspettarlo l’anno prossimo, a parametro zero (in stile Pogba dal Manchester United), garantendogli uno stipendio annuo da 5 milioni, come riferisce anche Repubblica. Una soluzione che ovviamente vuole evitare la Lazio, ma che accetterebbe più volentieri Inzaghi. Tuttavia l’intromissione della società juventina, dichiaratamente interessata al laziale, accelera i movimenti della dirigenza rossonera che vuole arrivare prima sul giocatore.

 

L’offerta del Milan

 

Con il Milan intanto la trattativa esiste ed è evidentemente già entrata nel vivo. Nell’incontro avvenuto ieri pomeriggio con Lotito e Tare, i dirigenti rossoneri avrebbero presentato un’offerta complessiva da 40 milioni di euro, per entrambi i giocatori.

Ma è sul capitano biancoceleste che al momento il Milan sta spingendo con più convinzione: infatti poco prima dell’incontro con i dirigenti biancocelesti, Fassone e Mirabelli avrebbero incontrato Montepaone, l’agente di Biglia, proponendogli un ingaggio di 3 milioni di euro all’anno per tre stagioni. Poco più di quanto gli garantirebbe il rinnovo ancora in ballo con la Lazio , che ammonterebbe a circa 2,5 milioni annui più bonus.

 

La risposta della Lazio

 

La risposta del club, però, è stata tutt’altro che incoraggiante: la Lazio vuole di più. La cifra richiesta si attesterebbe sui 55 milioni complessivi, dei quali 30 per il senegalese e 25 per l’argentino, e non sono previsti sconti, se non minimi: non più di 5 milioni.

Ma il Milan non si rassegna, forte anche dell’accordo con i giocatori: il pressing è destinato ad aumentare, siamo solo a maggio. Tuttavia ai biancocelesti non hanno intenzione di lasciar campo facile ai milanisti: “La nostra volontà è di trattenere sia Keita sia Biglia e faremo il massimo. Ma come per tutti i matrimoni ci deve essere il sì di entrambe le parti”, ha spiegato inesorabilmente Tare.

 

Il pensiero del tecnico della LazioSimone Inzaghi

 

Dello stesso parere anche Simone Inzaghi, che proprio nelle stesse ore in cui l’amministratore delegato e il direttore sportivo del Milan scendevano a Roma, si trovava lontano dalla capitale, precisamente a Chieti, per ricevere il Premio Giuseppe Prisco alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva. Un altro riconoscimento per l’allenatore, ma è stato anche un ulteriore occasione per ribadire il suo desiderio più forte: “Spero che rimangano tutti i migliori per programmare al meglio la prossima stagione”.

Sicuramente a questo punto il suo viaggio di ritorno dalla città abbruzzese sarà stato reso amaro dalla notizia del blitz rossonero: notizia ancora più difficile da ingerire quella del doppio obiettivo. Il tecnico infatti non vuole assolutamente rinunciare ai due giocatori: “Il prossimo anno sarà tutto più difficile: non saremo una sorpresa e avremo l’Europa League da giocare. Servirà una rosa più lunga per disputare al meglio la stagione”.

Ma il mercato del Milan non si ferma comunque qui: ci sono anche altri obiettivi…CONTINUA A LEGGERE

3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy