Il punto su Keita: ecco la situazione

Il punto su Keita: ecco la situazione

In Italia tre big si scontrano sul mercato per l’attaccante della Lazio. I biancocelesti interessati più al cash che a eventuali scambi, ma da tenere in considerazione carta bianconera Pjaca.

di Redazione Il Milanista

Di Delia Paciello

MILANO – Per Keita Baldé offerte da tanti club: all’estero dagli spagnoli dal Siviglia e probabilmente pure dal Chelsea di Antonio Conte, ma soprattutto in Italia da Napoli, Milan e Juventus. Come riporta stamane il Corriere dello Sport,  tutti e tre i club avrebbero messo sul piatto proposte interessanti:

Il Napoli: gli azzurri conterebbe sull’amicizia col compagno di nazionale Kalidou Koulibaly, che già in passato ha parlato della possibilità da parte di Keita di vestire la maglia del Napoli. Gli azzurri punterebbero anche su alcuni possibili scambi: Leonardo Pavoletti, arrivato a gennaio dal Genoa ma mai esploso in azzurro, oppure Duvan Zapata, giocatore quest’anno in prestito all’Udinese ma di ritorno a Napoli, più un offerta di 20 milioni di euro e, al giocatore, un contratto da 1,5 milioni di euro l’anno: forse un po’ pochi per le sue richieste.

Il Milan invece metterebbe sul piatto al massimo 20 milioni di euro ma, soprattutto, un contratto da 2,5 milioni di euro l’anno netti per il giocatore, che attualmente ne guadagna nemmeno 600mila.

Mentre la Juventus sarebbe l’unica società a poter accontentare le richieste economiche di Lotito di 25 milioni di euro circa e a poter offrire al giocatore un contratto a cifre quasi imbattili vicine ai 3 milioni di euro l’anno. Inoltre la Lazio nutre un certo interesse per Marko Pjaca, sfortunato esterno croato arrivato in estate a Torino ed out fino a fine stagione per un problema serio al ginocchio, il che apre lo scenario ad un possibile scambio.

La volontà della Lazio, tuttavia, è quella di trattenere il giocatore. Dopo mesi e mesi di gelo, il presidente Lotito potrebbe riavviare le trattative per il rinnovo del senegalese: visti i rapporti tesi con l’attuale procuratore, Roberto Calenda, il club ha sperato nel cambio entourage. Al momento comunque i biancocelesti non potrebbero garantire più di 2 milioni di euro l’anno.

Intanto il regolamento è dalla parte di Keita: in virtù dell’articolo 17 FIFA, il giovane attaccante potrebbe pure liberarsi per l’estero in cambio di un mini-indennizzo per la Lazio.

Il Milan però non molla…

 

 

IlMilanista.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy