Berenguer al Toro complica l’affare Belotti-Milan

Gli intrecci di mercato potrebbero frenare la trattativa rossonera per il Gallo. L’arrivo a Torino dell’esterno dell’Osauna chiude le porte a Niang. Solo Locatelli può rimettere in piedi l’affare.

di Redazione Il Milanista

Di Delia Paciello

MILANO – L’arrivo di Leonardo Bonucci pareva aver reso tutto più facile in casa Milan per l’arrivo di alcuni attaccanti di altissimo livello: Alvaro Morata, ma soprattutto Andrea Belotti. Sì, perché l’amicizia del Gallo con il difensore appena arrivato a Milano ha fatto sì che i rossoneri tornassero all’assalto per il centravanti del Toro, l’ultimo gioiello che manca al Milan per tornare ad essere da scudetto.

Mercato-Milan-Belotti
Mercato-Milan-Belotti

C’è l’accordo fra il Milan e Belotti, ma…

L’accordo con il giocatore è già in piedi da diversi giorni, ma il presidente granata Urbano Cairo alza il muro: non avrebbe gradito il pressing dei rossoneri, che con il ragazzo hanno già raggiunto un’intesa. Ed è anche per questo, invece, che l’intesa con il Toro non arriva: i granata si sono impuntati e non si parla di cessione per meno di 80 milioni di euro, cifra che i rossoneri starebbero cercando di trattare inserendo delle contropartite. Ma qualcosa intanto complica l’affare…

 

Berenguer al Toro esclude Niang

La complicazione improvvisa ha un nome ed è quello di Alejandro Berenguer. L’ala sinistra dell’Osasuna piaceva anche al Napoli, che però ha temporeggiato per troppe settimane lasciandosi rubare la polpetta dal piatto.

Lo spagnolo 22enne si contenderà con Lucas Boyé la maglia da titolare nel ruolo di esterno sinistro nel 4-2-3-1 di Sinisa Mihajlovic. Ma il suo arrivo chiude così le porte a M’Baye Niang, la principale contropartita tecnica proposta dai rossoneri nell’affare Belotti. Ora solo una cessione in prestito di Boyé potrebbe riaprire la trattativa per Niang, ma il tecnico granata vuole trattenerlo.

locatelli

Il Milan propone altre contropartite

I rossoneri però non si arrendono, e guardano fra i nomi in uscita per sfoltire la rosa milanese pur di proporre altri giocatori al Toro. E infatti Mirabelli, oltre a Paletta, pensa a Manuel Locatelli come contropartita tecnica, giocatore che piace molto a Petrachi e che può essere il tassello giusto per il centrocampo del Torino

Solo in questo modo la trattativa Belotti si può riaprire: il Milan ha bisogno di giocarsi le sue le pedine di scambio per tentare di abbassare le onerosissime richieste di Cairo.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy