Rocchi: “Amo il calcio inglese, lì non si pensa all’arbitro. Var? Felici di averlo a disposizione”

Parla l’arbitro fiorentino

di Redazione Il Milanista
Rocchi torna a parlare del tema

MILANO – I microfoni di Sky Sport 24 hanno intervistato Gianluca Rocchi, arbitro italiano della sezione di Firenze che mercoledì scorso, a Baku, ha diretto la finalissima di Europa League tra Chelsea e Arsenal. Il direttore di gara si è espresso anche sul Var e sul suo utilizzo.

LE SUE DICHIARAZIONI – “Il sogno della mia carriera era quello di allenare un derby inglese, averlo potuto fare in una finale è stato un regalo incredibile. Ringrazio la Uefa e la Fifa per le possibilità che mi hanno dato nel corso degli anni. Amo il calcio inglese perché lì si pensa solo alla partita, non all’arbitro. Personalmente credo di aver arbitrato la finale in maniera tranquilla, anche perché sapevo di poter contare sui miei colleghi al Var. Noi arbitri siamo contentissimi del Var, è uno strumento che ci aiuta a fare meglio il nostro lavoro. Le polemiche? Bisogna capire che la presenza della tecnologia non elimina la scelta soggettiva dell’arbitro, ad esempio sui falli di mano. Uno stesso fallo di mano può esser giudicato in modo differente da due arbitri. La discrezionalità non viene mai meno”.

CLICCA QUI >Intanto, Maldini piazza il colpo triplo: 100 milioni subito!

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy